GACHET-MOLLARET E BONNET VINCONO IN SVIZZERA - Up-Climbing

GACHET-MOLLARET E BONNET VINCONO IN SVIZZERA

La francese e lo svizzero si piazzano in testa alla classifica vertical

Sono Axelle Gachet-Mollaret e Rémi Bonnet i vincitori della seconda giornata della WÜRTH MODYF ISMF World Cup nella Région Dents du Midi.

La settimana svizzera della Coppa del Mondo scialpinismo è proseguita ieri, mercoledì, con la gara vertical. Più di 500 metri di dislivello in due chilometri con tempo freddo hanno reso la gara impegnativa.

La prima metà del tracciato non era tanto ripida. Il tratto più duro si trovava negli ultimi duecento metri, poco prima del traguardo.

Le donne sono state le prime a partire alle 16:45. Gli uomini sono partiti poco prima del tramonto alle 17:20.

Al femminile vittoria di Axelle Gachet-Mollaret

Axelle Gachet-Mollaret ha diretto la gara femminile fin dai primi metri. La regina francese delle discipline individual e vertical ha ottenuto un vantaggio decisivo nel tratto più ripido.

«Mi è piaciuto il tracciato, soprattutto la parte ripida, che mi si addice. Ho controllato la gara fino a questa parte perché ero fiduciosa nelle mie forze. Non stavo andando al limite perché stavo pensando un po’ all’individuale. Ma, in generale, ho avuto buone sensazioni e non vedo l’ora di correre venerdì» ha dichiarato Gachet-Mollaret.

Axelle Gachet-Mollaret. Foto ISMF Media.

 

Dietro di lei, una lunga fila di atlete si è schierata dopo l’austriaca Sarah Dreier che ha tagliato il traguardo al secondo posto, proprio come il mese scorso in Andorra, questa volta a soli 14 secondi da Gachet-Mollaret. Terza a tagliare il traguardo è stata l’italiana Giulia Murada, il cui terzo posto è bastato oggi per portarla in testa alla classifica generale di Coppa del Mondo.

Emily Harrop non è riuscita a tenere il passo con l’imponente finale di Murada ed è arrivata quarta. Quinta al traguardo e migliore tra le svizzere di casa è stata Alessandra Schmid. Celia Perillat-Pessey, Alba de Silvestro, Marta Garcia Farres, Marcela Vasinova e Ana Alonso Rodriguey hanno chiuso la top ten.

Rémi Bonnet irraggiungibile in salita

La previsione pre-gara era che il più grande favorito, Rémi Bonnet, sarebbe andato sotto i 19 minuti. E ce l’ha fatta. La macchina svizzera ha percorso la salita in 18 minuti e 27 secondi, 55 secondi più veloce del secondo atleta, Maximilien Drion du Chapois (Belgio).

«Stasera è stata una gara fredda. Ma la forma è buona, quindi sono riuscito a vincere dopo una bella battaglia con Werner Marti. Il tempo è pazzesco, è un minuto più veloce del record della gara locale che facciamo ogni anno» ha detto Bonnet. Il suo più grande obiettivo dell’inverno sono i Campionati del Mondo, ma è molto motivato per venerdì: «Con questo tipo di forma e a casa… voglio davvero fare una buona gara e fare lo stesso di oggi».

Podio uomini. Foto ISMF Media.

 

Il terzo posto è andato a Werner Marti, Campione Europeo in carica, che ha conquistato il primo podio della stagione dopo quasi 14 mesi.

Due giovani, Aurélien Gay (Svizzera) e Paul Verbnjak (Austria), completano la Top 5. È il miglior risultato per entrambi nella categoria elite. Thibault Anselmet, (Francia), Thomas Bussard (Svizzera), Gedeon Pochat Cotilloux (Francia), Christof Hochenwarter (Austria) e Anselme Damevin (Francia) chiudono la Top 10.

Oggi, giovedì, non ci sono gare. Gli atleti effettueranno la ricognizione del tracciato per la gara individuale di venerdì.

Ulteriori informazioni: www.ismf-ski.org.

MR da comunicato stampa ISMF. In copertina: foto ISMF Media.

Condividi: