INDIVIDUAL E VERTICAL ARINSAL - Up-Climbing

INDIVIDUAL E VERTICAL ARINSAL

I vincitori della tappa di ISMF World Cup in Andorra

Si è svolta nel weekend ad Arinsal, in Andorra, la terza tappa di di ISMF World Cup per la stagione 2022/23.

Individual Race

La giornata di sabato 21 gennaio è stata dedicata alla prova individuale, la seconda per questa stagione. Le condizioni fredde e ventose hanno causato lunghe discussioni da parte del comitato organizzatore e ritardato la partenza di un’ora. È stato deciso che in entrambe le categorie avrebbero corso un solo circuito. Circa 810 m D+ in condizioni difficili.

Le donne sono state le prime a partire, con Axelle Gachet-Mollaret (Francia) che ha cercato la gloria fin dai primi metri. Dietro di lei il resto del gruppo di partenza è rimasto compatto poiché il vento era forte nella prima salita. La campionessa mondiale ed europea in carica in questa disciplina ha conservato il comando e ha tagliato il traguardo con 30 secondi di vantaggio sulla connazionale Célia Perillat-Pessey.

Gachet-Mollaret ha vinto la sua decima gara individuale consecutiva e ha dimostrato che nemmeno il tempo può fermarla: “Le condizioni erano dure. A volte non si vedeva la traccia, ma era così per tutti. Sono partita veloce e ho preso un po’ di vantaggio per poter gestire la gara dalla prima posizione. Sono contenta di aver concluso la prova, perché oggi non è stato molto divertente”.

  1. AXELLE GACHET MOLLARET (FRA)
  2. PERILLAT-PESSEY CÉLIA (FRA)
  3. ANA ALONSO RODRIGUEZ (ESP)

Le azzurre Alba De Silvestro e Giulia Murada hanno conquistato rispettivamente il quarto e quinto posto.

Podio donne. Foto ISMF Media

 

La competizione maschile è stata un combattimento fin dall’inizio. Rémi Bonnet (Svizzera) voleva creare un distacco prima della prima discesa per controllare la gara, ma Thibault Anselmet è riuscito a seguire il suo ritmo. La battaglia è stata decisa sull’ultima transizione. Anselmet è stato più veloce anche in discesa fino al traguardo e ha conquistato la sua prima vittoria in carriera nella gara individuale.

“La gara è stata più breve del solito ma comunque interessante. Il vento, il freddo e la neve in pista l’hanno resa difficile. Abbiamo avuto una bella battaglia con Rémi. L’ho superato all’ultimo passaggio. Sono molto contento di questa vittoria”, ha detto Anselmet al traguardo.

  1. ANSELMET THIBAULT (FRA)
  2. BONNET RÉMI (SUI)
  3. MAXIMILIEN DRION DU CHAPOIS (BEL)

Robert Antonioli quarto, Matteo Eydallin quinto.

Podio uomini. Foto ISMF Media

Vertical race

Domenica 22 gennaio, seconda giornata di gare ad Arinsal, Andorra, ha portato la prima gara vertical della WÜRTH MODYF ISMF World Cup 202/23. Sfortunatamente non è stato possibile gareggiare sul classico percorso Arinsal Vertical. La notte prima della gara, a causa del forte vento previsto, il comitato organizzatore ha deciso di accorciare il tracciato di circa la metà, dopo 360 metri di dislivello.

Il percorso corto prometteva una gara dinamica fin dai primi metri. La gara femminile è iniziata a ritmi sostenuti. Axelle Gachet-Mollaret ha aumentato il ritmo, guadagnando metro su metro, e ha vinto con buon margine. “La gara è stata più breve del solito. Non sono partita troppo veloce, quindi ho risparmiato un po’ di energia per la fine. Il vento era forte, ma il freddo non era così intenso come mi aspettavo. Due vittorie su due gare, sono soddisfatta di questo fine settimana”, ha detto Gachet-Mollaret.

La seconda a tagliare il traguardo è stata l’austriaca Sarah Dreier, che ha recuperato bene dopo che il suo scarpone si era staccato dall’attacco all’inizio della gara. Célia Perillat-Pessey, l’attuale leader della Coppa del Mondo, ha completato il podio al terzo posto e si conferma in ottima forma per questa stagione. Quarto posto per Giulia Murada.

  1. AXELLE GACHET MOLLARET (FRA)
  2. SARAH DREIER (AUT)
  3. CÉLIA PERILLAT-PESSEY (FRA)

 

Podio donne. Foto ISMF Media

 

Anche la gara maschile è partita a ritmo serrato. Oriol Cardona Coll e Nadir Maguet  hanno provato ad attaccare, ma il principale favorito Rémi Bonnet è rimasto calmo. L’atleta svizzero ha cronometrato il suo attacco e nessuno ha avuto la possibilità di resistergli. Al traguardo ha anticipato di mezzo minuto il secondo, Maximilien Drion du Chapois del Belgio.

“Ero molto motivato dopo il secondo posto di ieri. Ho vinto qui le ultime tre edizioni. Questa gara mi si addice bene e voglio ripetermi il prossimo anno e negli anni a venire. Penso che la mia forma sia la migliore che abbia mai avuto in vita mia, quindi voglio fare una buona stagione”, ha detto Rémi Bonnet, senza dubbio il più forte atleta di salita in inverno e in estate.

  1. RÉMI BONNET (SUI)
  2. MAXIMILIEN DRION DU CHAPOIS (BEL)
  3. THIBAULT ANSELMET (FRA)

 

Podio uomini. Foto ISMF Media

 

La WÜRTH MODYF ISMF World Cup continuerà nella seconda settimana di febbraio a Morgins, in Svizzera. La quarta tappa del circuito sarà cruciale per lo sviluppo della classifica generale in quanto ci saranno tre discipline: sprint, vertical e individual.

MR. Fonte e immagini: ISMF. In copertina: condizioni difficili nella gara individual, foto ISMF Media

Condividi: