Jonathan Albon e Sara Alonso conquistano la Marathon du Mont-Blanc - Up-Climbing

Jonathan Albon e Sara Alonso conquistano la Marathon du Mont-Blanc

Nuovo percorso e nuovi vincitori! Jonathan Albon (Team The North Face, Gran Bretagna) e Sara Alonso (Team Salomon, Spagna) conquistano la Marathon du Mont-Blanc svoltasi ieri, 26 giugno, nel suo nuovo format 2022, con traguardo nel cuore di Chamonix.

Al suo debutto nella Golden Trail World Series, Jonathan Albon è stato da subito uno dei favoriti per questa Marathon du Mont Blanc. E il britannico, attuale campione del mondo in carica di trail running, non ha deluso le aspettative. Non è mai rimasto troppo indietro, nonostante la partenza a razzo di Théo Détienne (Team Salomon, Francia) e degli atleti africani come Petro Mamu (Team Scarpa, Eritrea). Albon ha preso il comando a Vallorcine e non si è più voltato indietro. «Amo la Francia – ha raccontato al traguardo – non credo di aver mai perso qui dopo aver vinto OCC e Templiers. Quindi è sempre bello tornare! Di solito l’inizio delle gare non mi piace molto perché sei troppo fresco e aspetti solo di sentirti davvero stanco. La seconda metà della gara è andata molto meglio e sono stato in grado di spingere sia in salita che in discesa. Nell’ultima discesa ho visto da una telecamera gli altri runner dietro di me, ho perso la concentrazione per una frazione di secondo, sono caduto, mi sono venuti i crampi ai polpacci, ma sono riuscito a riprendermi e sono molto contento del risultato!».

Dietro di lui, anche Davide Magnini ha saputo stringere i denti per aggiudicarsi una fantastica seconda posizione con la quale si aggiudica la leadership assoluta nella classifica della Golden Trail Series. «È stata senza dubbio una delle gare più dure che abbia mai corso. All’inizio ho sofferto di dolori di ogni tipo, soprattutto mal di stomaco. Non riuscivo a tenere il passo nelle prime salite, Le Tour o Posettes. Stavo per gettare la spugna a Vallorcine, le gambe mi stavano uccidendo, non avevo più energie. Poi tutto d’un tratto mi sono ripreso, sono riuscito a tenere il passo e ho iniziato a guadagnare posizioni in classifica, sono davvero contento di essere riuscito a ottenere questo secondo posto, che a sua volta significa essere primo nella classifica generale della Golden Trail Series. Ora l’obiettivo è quello di aggiudicarsi altri punti a Stranda e a Sierre Zinal, dipende da come va il mio recupero».

Ruy Ueda (Team Red Bull, Giappone) ha conquistato la terza posizione grazie alla sua ultima discesa fulminea. «La partenza è stata molto veloce» ha ammesso al traguardo. «Ho cercato di mantenere il mio ritmo senza guardare gli altri. A Vallorcine pensavo di poter entrare nella top-10, ma non avrei mai immaginato di salire sul podio. Sono davvero felice!».

Al femminile Sara Alonso, già salita sul podio a Zegama, a Chamonix ha confermato la sua incredibile forma vincendo, per la prima volta in carriera, una gara della Golden Trail World Series. «È stato incredibile! Mi sentivo così bene, ma volevo prendermela con calma fino alla prima grande discesa. Sapevo che era il mio punto di forza e appena ho potuto ho dato il massimo. Poi ho iniziato a scandire i chilometri da percorrere nella mia testa. Non volevo crederci ma sapevo che era possibile, ma nell’ultima discesa ho fatto una caduta enorme. È stato più forte lo spavento del dolore ma è andato tutto bene! Aspettavo questa vittoria e sono davvero emozionata!».

Più inaspettato è stato il magnifico secondo posto di Caitlin Fielder (Team Salomon, Nuova Zelanda). «Avevo bisogno di questo risultato per recuperare fiducia in me stessa. Ho bisogno di credere nelle mie capacità agonistiche e questa gara mi ha fatto molto bene. Eravamo molto vicini all’inizio e mi sentivo come se fossi partita troppo veloce, ma sono rimasto calma e fiduciosa e ho seguito il mio ritmo. Non credevo in questo secondo posto perché sappiamo tutti che tutto può succedere prima del traguardo, ma sono veramente contenta che tutti i miei sforzi siano stati ripagati!».

La terza posizione è stata decisa in volata tra Dani Moreno (Team Hoka One One/Rabbit, USA) e Anaïs Sabrié (Team Sidas X Matryx, Francia), a favore della prima. Moreno afferma: «È una gara davvero dura! Ho perso troppo vantaggio nella prima parte della gara e poi sono riuscita a tagliare un po’, ma non è stato sufficiente per recuperare il ritardo con Caitlin e Sara. Sono davvero contenta della gara e di questo podio. Inoltre, l’atmosfera è stata spettacolare».

Classifiche Marathon du Mont-Blanc 42K

Uomini

  1. JONATHAN ALBON (GBR – THE NORTH FACE): 03:35:20 (+200 punti)
  2. DAVIDE MAGNINI (ITA – SALOMON): 03:39:41 (+176 punti)
  3. RUY UEDA (JAP – RED BULL): 03:40:42 (+156 punti)
  4. ELHOUSINE ELAZZAOUI (MAR – PINI MOUNTAIN RACING): 03:43:19 (+144 punti)
  5. THIBAUT BARONIAN (FRA – SALOMON): 03:47:27 (+136 punti)

Donne

  1. SARA ALONSO (ESP – SALOMON): 04:14:49 (+200 punti)
  2. CAITLIN FIELDER (NZL – SALOMON): 04:20:21 (+ 176 pts)
  3. DANI MORENO (USA – HOKA ONE ONE/RABBIT): 04:21:52 (+ 156 punti)
  4. ANAÏS SABRIÉ (FRA – TEAM SIDAS X MATRYX): 04:22:10 (+144 punti)
  5. MARCELA VASINOVA (CZE – SALOMON): 04:24:35 (+136 punti)

 

Il prossimo appuntamento con Golden Trail World Series sarà i la Stranda Fjord Trail Race che si svolgerà in Norvegia il 6 agosto 2022.

 

MR da comunicato stampa.

Condividi: