LIMONE SKYRUNNING EXTREME 2022 - Up-Climbing

LIMONE SKYRUNNING EXTREME 2022

Roberto Delorenzi & Fabiola Conti firmano l’11ª edizione

Roberto Delorenzi e Fabiola Conti vincono la Limone Extreme 2022, trascinando il loro team alla conquista del primo “Skyrunning Team Awards”. Con loro festeggiano anche gli altri ragazzi di Skyrunning Community Gianluca Ghiano, Martina Cumerlato e Daniele Felicetti. Alle loro spalle si sono piazzati Team Scarpa e Pegarun.

Podio Team Award. Foto Francesco Bergamaschi

 

Bagarre doveva essere e bagarre è stata sul collaudato tracciato dell’Alto Garda di 22,22 km con dislivello positivo di 2052 m. L’eritreo Petro Mamu e l’italiana Fabiola Conti hanno subito provato a fare la differenza sui 1100 m di ripida salita che ha portato i 230 skyrunner a Punta Larici. Al maschile nella posizione di testa vi erano anche il ruandese Jean Baptiste Simukeka e lo svizzero campione del mondo in carica Roberto Delorenzi. Al femminile, alle spalle di una scatenata Fabiola Conti, la keniana Ether Waweru e l’austriaca Stephanie Kroell.

I piazzamenti di vertice non sono cambiati al GPM di Monte Carone (2052 m). Come sempre a decidere la tecnicissima sky bresciana è stata la funambolica discesa dove Delorenzi ha innestato il turbo e fatto la differenza. Per lui standing ovation sul rettilineo di Lungolago Marconi e vittoria con finish time di 2h25’43”. Secondo posto per uno strepitoso Simukeka (2h25’48”), mentre terzo si è piazzato il brianzolo Luca Del Pero in 2h28’51”. Nei primi 5 anche Petro Mamu e Andres Haga.

Fabiola Conti al traguardo. Foto Maurizio Torri

 

Cavalcata trionfale per la milanese Conti che ha vinto in solitaria con crono di 2h59’16”. Secondo posto per la veneta Martina Cumerlato (3h09’16”), mentre terza è arrivata la spagnola Sandra Sevillano (3h12’04”). Ai piedi del podio si sono invece piazzate l’austriaca Stephanie Kroell e la veneta Giulia Pol.

Ugazio e Magliano si aggiudicano la vertical, Pingel Koligar sono i nuovi campioni del VK OPEN ISF

Il campione italiano Fisky di specialità Marcello Ugazio fulmina tutti al Vertical de la Mughéra. Al femminile successo di giornata per l’azzurra di corsa in montagna Camilla Magliano. Un’ottantina gli skyrunner al via della prima delle due gare in programma nella suggestiva location dell’Alto Garda. Niente record per i forti atleti piemontesi, ma un successo che vale su una delle sfide “only up” più tecniche e prestigiose di tutto l’arco alpino, valida quest’anno come finalissima VK OPEN Championship by ISF, ultima di 10 prove che spaziavano dalla Cina al Brasile.

Sui 1100 m di dislivello positivo in nemmeno 3 km di tecnicissima gara è stata bagarre sin dall’inizio l’italiano Ugazio e lo sloveno Luka Kovacic. I due si sono controllati sino alle ultime battute, quando Ugazio è riuscito a cambiare passo e vincere in 37’50”. Seconda piazza per Kovacic (38’00”). Sul podio anche il promettente valdostano Andrea Rostan (39’24”). Completano la top five di giornata Armin Larch (39’45”) e Manuel da Col (40’17”).

Al femminile ultimo test pre mondiali superato a pieni voti per Camilla Magliano che ha vinto stoppando il cronometro in 47’23”, mettendo dietro la slovena Mojca Koligar (48’29”) e la friulana Dimitra Theocharis (52’26”). Bene anche Charlotte Cotton 4ª in 53’04” e Martina De Silvestro 5ª in 53’44”.

 

Camilla Magliano

 

Per quanto riguarda la classifica classifica finale VK OPEN Championships ISF, i campioni sono il cileno Nicolas Lasen Pingel e la slovena Mojca Koligar.

Classifica finale VK OPEN Championships
Uomini

  1. Nicolas Lasen Pingel – CHI – 302 punti
  2. Luka Kovacic – SLO – 276 punti
  3. Benoît Gandolfi – FRA – 260 punti

Donne

  1. Mojca Koligar – SLO – 364 punti
  2. Charlotte Cotton – BEL – 332 punti
  3. Linabel Iramaia Pimentel – BRA – 206 punti

 

Nicolas Lasen Pingel e Mojca Koligar

MR da comunicato stampa. In copertina: Roberto Delorenzi, foto Francesco Bergamaschi

Condividi: