MONDIALI SKYSNOW TARVISIO - Up-Climbing

MONDIALI SKYSNOW TARVISIO

Report dei Campionati Mondiali di corsa sulla neve – Italia in testa alla classifica per nazioni

Si sono svolti venerdì 8 e sabato 9 marzo a Tarvisio gli SkySnow World Championship, i Mondiali di corsa sulla neve.

Venerdì 8 marzo, sotto una leggera nevicata, è andata in scena la prima prova in programma: il Vertical del Monte Lussari.

In cima al Monte Lussari Tadei Pivk (Aldo Moro ASD), friulano originario di Tarvisio, ha conquistato il titolo di Campione del Mondo di specialità fermando il crono a 36′ 47” davanti allo spagnolo Diaz Ortega e al connazionale e campione mondiale uscente Luca Del Pero (Sky Lario Runners ASD), che si è aggiudicato il bronzo iridato.

In campo femminile l’azzurra Corinna Ghirardi (Skyrunning Adventure ASD), con il tempo di 43′ 39”, è riuscita a conquistare la medaglia di bronzo con una gara corsa alle calcagna dell’imprendibile svedese Tove Alexandersson, prima con 42′ 28”, e della tedesca Madlen Kappler, seconda con 42’ 44’’.

La Nazionale Skyrunning si è aggiudicata quindi ben tre delle sei medaglie in palio durante il primo giorno di Campionato. Prova onorata da parte di tutti gli azzurri chiamati a confrontarsi con i rappresentanti di ben 27 nazioni: 5° posto per Marcello Ugazio (Sport Project VCO ASD), impegnato nella corsa all’inseguimento dei primi fin dalle prime battute. Per le azzurre Chiara Giovando (Pegarun ASD) e Benedetta Broggi (Sport Project VCO ASD) l’esordio iridato si chiude rispettivamente in 6° e 11° posizione.

Sabato 9 marzo si è svolta la prova di skysnow classic sul tracciato di 17 km del Monte Mangart Winter Trail.

Sullo spettacolare percorso friulano con partenza dal Lago Superiore di Fusine, uno scatenato Martin Nilsson (SWE) ha preso il largo nella prima metà di gara e ha accelerato fino al passaggio ai 1380 m del Rifugio Zacchi, seguito a distanza dall’azzurro Del Pero (ASD Ski Lario Runners) che, con una prova brillante, ha limitato il gap prima di tentare l’ultimo forcing sulla discesa finale, chiudendo così al secondo posto. Terzo lo sloveno Timotej Becan.

In campo maschile gli azzurri entrati nella top ten mondiale sono Lorenzo Rota Martir, che si ferma ai piedi del podio con un ottimo 4° posto, e Gianluca Ghiano (ASD Santiano Dante), 6° al traguardo.

Anche al femminile gara dominata dalla Svezia, con podio identico a quello della prova vertical del giorno prima. Tove Alexandersson ha ipotecato la vittoria già nei primi chilometri di gara e ha lasciato al drappello delle inseguitrici la lotta per il podio; l’azzurra Corinna Ghirardi ha tagliato il traguardo con il tempo di 1:24:52 conquistando una terza posizione non scontata dietro alla tedesca Madlen Kappler.

Tra le donne hanno chiuso fra le migliori dieci anche le azzurre Benedetta Broggi (Sport Project VCO ASD) e Giulia Pol (ASD Orecchiella Garfagnana), che hanno spuntato rispettivamente la 9° e la 10° posizione.

La selezione nazionale guidata dal CT Roberto Mattioli chiude la due giorni iridata di Tarvisio facendo bottino pieno: oltre al prestigioso titolo a squadre e agli eccellenti risultati conseguiti nelle prove individuali vertical e classic, completano il successo mondiale le due medaglie ottenute dagli azzurri nella combinata (oro per Luca Del Pero e bronzo per Corinna Ghirardi). Vedere qui le classifiche ISF, qui i risultati delle varie prove.

In copertina: da sinistra Del Pero, Pivk e Ghirardi. Foto Federazione Italiana Skyrunning

Condividi: