GABRIELE MORONI SALE LA RAMBLA 9A+ - Up-Climbing

GABRIELE MORONI SALE LA RAMBLA 9A+

UNA GRANDE SALITA A SIURANA

Gabriele Moroni si aggiudica la ripetizione del 9a+ più famoso di tutta la Spagna: La Rambla, nella falesia di Siurana.

Ci sono vie e Vie e, se parliamo della seconda categoria, non possiamo non pensare ad una via che è diventata il simbolo di Siurana. Gradata 9a+ dopo la prima salita di Ramon Julian Puigblanque, scalatore nel 2003 saliva in libera l’intera lunghezza, questa via è nata originariamente dalle mani di Alex Huber, che a metà anni 90 chiodò e liberò la prima parte. Dani Andrada intuì la possibilità di portarla da trentacinque a quarantun metri e, nei duemila, consegnò al mondo un tiro destinato a fare la storia. Insieme a Biographie a Ceuse ed a Papichulo ad Oliana, La Rambla è infatti considerata il 9a+ perfetto, parte di un trittico da sogno. 

A distanza di più di vent’anni dalla prima salita, numerosi top climber hanno ripetuto la via. Nonostante il 9a+ non sia più il “limite”, La Rambla continua ad essere uno dei sogni proibiti di intere generazioni di scalatori, specialmente di quelli più sensibili alla storia ed al significato delle vie. Uno di questi è senza ombra di dubbio Gabriele Moroni, classe 87. Sebbene la falesia non sia il suo terreno d’avventura primario, il boulderista ha all’attivo parecchie vie estreme e, dopo aver salito il primo 9b a fine 2023, a Siurana si è aggiudicato un altro pezzo di storia. 

Dopo una vacanza a cavallo del 22-23 in cui per la prima volta mese le mani sull’iconico tiro, Gabriele tornò motivato questo inverno, senza però trovare la giuste condizioni. Nei pochi tentativi a disposizione, il Puma di Novara però concluse ottimi giri e decide di tornare agguerrito in un mini trip. Sul suo Instagram, racconta: “Tutti hanno sogni per tutta la vita… e la linea iconica di Alex Huber e Ramon Julian era sicuramente una delle mie! Sono passati più di quindici anni dalla prima volta che ho scalato a Siurana ma, a parte un tentativo nel 2010, non ho trascorso molto tempo sulla via. Non mi sono mai considerato uno specialista dell’endurance ma negli ultimi anni mi sto divertendo sempre di più con questo stile. Il mio primo vero assaggio su La Rambla è stato durante il viaggio di Capodanno 2022/2023. Insieme a Luca Bana abbiamo iniziato a sondare il terreno, in poche sessioni stavamo facendo collegamenti e poco prima della fine del viaggio abbiamo fatto un paio di tentativi cadendo entrambi sul passo finale. Quest’inverno, parlando con Cesar Grosso, è venuto fuori che anche La Rambla era uno dei suoi sogni quindi abbiamo subito programmato un viaggio di una settimana. Per farla breve, la fortuna non è stata dalla nostra parte con le condizioni, abbiamo avuto diversi giorni di vento forte e gelido di fila, non siamo riusciti a concentrarci sui tentativi. Ho eguagliato il mio highest point dell’anno prima, ma i giorni sono finiti velocemente. Ho prenotato subito un altro mini viaggio. Questa volta mi sono messo un po’ più di pressione e, nonostante ancora una volta le condizioni non ottimali, sono riuscito a tenere duro e portare a casa il risultato! Ciliegina sulla torta, quello stesso giorno ho avuto la possibilità di essere il fortunato assicuratore di Jorge Diaz Rullo su Sleeping Lion: ora sono anche nel club degli assicuratori del 9b!”

La Rambla si aggiunge ad una lunga serie di tiri epici saliti da Gabriele in una carriera che conta più di due decadi di esperienza. Nomi come Action Directe e Goldrake costruiscono un curriculum vario e corposo, che unito a quello sui boulder e ai risultati in gara, rendono Moroni una vera e propria living legend

Fonte Gabriele Moroni

Cortesia foto Andrea Zanone

Alessandro Palma

 

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gabriele Moroni (@gabrimoroni)

Condividi: