Falesia dell'Eco, nuovo spot a Ballabio (LC) - Up-Climbing

Falesia dell’Eco, nuovo spot a Ballabio (LC)

In dubbio su dove andare questo fine settimana? Per chi fosse della zona, abbiamo una nuova proposta in una tra le zone più frequentate e ad alta densità di falesie: Lecco. Là dove sembrava che le possibilità di chiodare fossero ormai esaurite, arriva oggi a firma Riccardo Re la relazione conclusiva, con accesso e tiri, della sua creatura in zona valsassina, a Ballabio, e siamo proprio nella stagione giusta. Non molti i tiri per ora e ci si scalda sul 6a+; vedremo se in futuro sarà possibile aggiungere altro. Intanto però abbiamo una nuova location.
NUOVA FALESIA DELL’ECO, BALLABIO (LC)
di Riccardo Re
Una nuova falesia nel lecchese??… ebbene si, per quanto appaia impossibile il lecchese è riuscito ad offrire ancora una bella falesia su ottima roccia. Dopo tanto impegno e tanta ricerca per vedere se era ancora possibile creare una falesia nel lecchese l’ho trovata. E’ una parete, modesta di dimensioni ma compatta e molto lavorata, arancione con colate nere ed apparentemente verticale. La cosa più incredibile è che è a meno di 10 minuti dalla macchina.
Accesso
Da Milano: Arrivati a Lecco grazie la SS36 (Valassina) imboccare l’uscita in direzione “Valsassina” e poi seguire ancora in direzione “Valsassina” verso Ballabio. Terminate le gallerie si arriva a Ballabio dove subito alla prima rotonda si svolta a sx in direzione “Lecco”. Dopo poco meno di un chilometro svoltare nuovamente a sx in direzione “Morterone” e dopo aver passato il ponticello non proseguire per il passo ma svoltare a sx in via Sandro Pertini dove poco più avanti si trova a dx il parcheggio del piccolo cimitero di Ballabio Inferiore.
Da Lecco: Seguire la “vecchia strada per la valsassina” e dopo gli ultimi tornanti, appena prima di entrare in Ballabio, svoltare a dx in direzione “Morterone”…
Dal parcheggio prendere la stradina che passa tra il cimitero e il campo da tennis e poi prendere la traccia nell’erba che riporta alla strada in salita che porta a Morterone. Da qui dopo circa 100 metri si incontra l’uscita di emergenza della lunga galleria del “Passo del Lupo” (ATTENZIONE: Fuori dalla galleria c’è Divieto di Fermata). Subito dopo il muretto marginale della galleria inizia il sentiero che conduce al Monte Due Mani. Imboccarlo e seguirlo solo per circa 40 metri dove bisogna seguire un’evidente traccia a sx che prosegue diritta costeggiando il greto del torrente Tresonzo. Dopo aver attraversato il torrente, praticamente sempre in secca, si prosegue per il sentiero che in 3-5 minuti porta alla falesia. (Tempo totale 5-10min)
Altitudine ed Esposizione: 700m – sud
Periodo consigliato: Mezze stagioni – giornate invernali miti – tardo pomeriggio in estate
La falesia dell’ECO
1) BABY EXPO’ – 6a+, 23m – Sezione centrale intensa molto in stile alpinistico
2) PINZANDO SI IMPARA – 6a+, 23m – Bel tiro continuo di tacche nette e pinzate
3) SUPER GIANNUZZO – 7a, 24m – Bellissimo tiro con in alto una sezione obbligata e aleatoria
4) IL MISTER – 6c+, 25m – Tiro vario con strappetto finale
5) MEFIX – 6c, 25m – Boulder iniziale, strana placchetta e poi solo fino in sosta
6) FACCIO BRUTTO – 7a, 25m – Decisione in partenza e finale super
7) KAMIKAZE – 6c, 25m – Partenza di dita e traverso aleatrorio
8) ATTENTI AL GHIRO – 7b, 26m – Bellissimo tiro, vario, continuo, con partenza da capire, una sezione su canna, poi in evidente strapiombo e per non finire… uscita su tacche. ATTENZIONE: A circa metà della canna è presente un grosso e profondo buco… la CASA del GHIRO!!! Il tiro è stato gradato senza utilizzare il buco ne con le mani ne con i piedi, in quanto il movimento di ingresso sulla canna è molto più bello utilizzando il bi/monodito, ma soprattutto è stato fatto, per non disturbare il/i poveri ghiri che forse si sentono già abbastanza disturbati per la nostra presenza. E’ una falesia, quindi si tratta di arrampicata SPORTIVA… l’obbiettivo non è arrivare in cima ma godersi la bellezza dell’arrampicata!!! Confido profondamente in chiunque provi questo meritevole tiro di non utilizzi il buco così da non disturbare il GHIRO! Grazie.
9) CAPITAN CICCIO – 6c, 25m – Bel tiro con partenza strana e strapiombo
10) TORAMIXIN – 6c, 25m – Sezione iniziale e super sequenza di incroci sotto il tetto
11) I LOVE CIMICIANGA – 6a+, 24m – Piacevole tiro con inizio non banale
Chiodatore: Riccardo Re – ott 2013/ott 2014
Nota: la gradazione dei tiri è indicativa dei primi salitori ed è possibile che necessiti di piccoli aggiustamenti.

Condividi: