LORENZO BOGLIACINO: TRAINSPOTTING 9A+ FA - Up-Climbing

LORENZO BOGLIACINO: TRAINSPOTTING 9A+ FA

LA VIA PIU’ DURA DELLA VALLE TANARO

Lorenzo Bogliacino libera Trainspotting, primo 9a+ della neonata falesia La Stazione, nel cuneese.

La zona della val Tanaro è indubbiamente famosa dal punto di vista arrampicatorio per la celebre falesia di Pian Bernardo, una vera e propria cattedrale dell’alta difficoltà. Roccia di qualità, vie tanto esigenti quanto belle, chiodatura spesso coraggiosa. Vie epiche come Maxitraction (8c+) sono ancora oggi il sogno proibito di molti climber. La valle però si è man mano popolata di falesie e l’ultima nata potrebbe contendersi il titolo di regina della valle insieme alla celebre Pianbe. Dalla volontà di creare qualcosa di nuovo è infatti nata La Stazione, una falesia completamente naturale che inizia ad essere parecchio chiacchierata.

Insieme a Carlo Giuliberti, guida alpina ed attivo chiodatore, Lorenzo Bogliacino ha iniziato a muovere i primi passi, o meglio, a fare i primi buchi. Dalle sue mani e dalle sue visioni sono nate alcune vie su gradi abbastanza scalabili, con roccia di ottima qualità. Dalla mente di Carlo invece sono nate due vie, una più dura dell’altra. L’unione fa la forza e, tra la chiodatura di uno e la first ascent dell’altro, è nata Prima Classe, la prima via di 9a della valle. I progetti più duri però non mancavano di certo…

Da quando scalo su roccia per me il confrontarmi con vie già esistenti e liberate è sempre stato alla base del mio percorso e punto fondamentale di crescita, sempre incuriosito dalle storie nascoste dietro le varie vie e falesie, guardando con grande rispetto e stima chiodatori e liberatori. Negli anni non ho mai avuto la ‘smania’ di dover tentare di liberare itinerari a qualunque costo; dentro di me, invece, certo nasceva il desiderio di esplorare, trovare qualcosa di nuovo, qualcosa da sentire “mio” e sicuramente la Val Tanaro, un po’ per vicinanza ma soprattutto per il grande affetto che provo per essa, è stata il posto perfetto! Trovare un posto come la stazione, totalmente vergine, è stato per me un sogno ad occhi aperti; l’inizio certamente non è stato facile: la poca sicurezza e non aver mai preso il trapano in mano di certo non hanno aiutato. Per questo un grazie enorme va a Carlo, che oltre ad aver chiodato anche Trainspotting, per primo mi ha dato fiducia, insegnamenti e con il quale ho condiviso bellissime giornate di chiodatura, Umberto per il prestito a fondo perduto di trapano e tutto il materiale per chiodare e tutti quelli che mi hanno accompagnato in questi mesi gelidi!

Con queste poche parole, incentrate poco sulla performance e molto sul vivere dei momenti e ringraziare chi li ha resi possibili, Lorenzo comunica la sua prima salita più dura in carriera: Trainspotting. Dopo una settimana di decantazione, il Boglia ha deciso, soppesando la valutazione con gli altri tiri saliti in precedenza, di proporre il grado di 9a+. Trainspotting si colloca quindi al top delle vie della valle, una perla moderna di altissima difficoltà. Le novità però non sembrano finire qui. Lorenzo aggiunge: “Ora posso finalmente dedicarmi agli altri progetti che ho avuto la fortuna di chiodare personalmente e che promettono qualità e difficoltà potenzialmente anche maggiori!

Fonte Lorenzo Bogliacino

Cortesia foto Isabella Sigaudo

Alessandro Palma

Condividi: