Alaska - i dati della via di Haley e Årtun - Up-Climbing

Alaska – i dati della via di Haley e Årtun

 

 
Avevamo dato la notizia il 22 giugno della trasferta in Alaska di  Bjørn- Eivind Årtun e Colin Haley, ma non erano ancora noti i dati della via nuova sul Mt Foraker. Ora sul suo Blog   Colin ha pubblicato un avvincente report.
 
Sono stati 37 giorni nell’area ed hanno percorso in sole 17 ore, nonostante parecchia neve sull’itinerario e il tempo abbastanza ostile, la Cassin Ridge al Denali, scalando in simultanea, legati a 20 metri. In 28 ore totali sono anche tornati al campo base.
 
Sul Mt Foraker sempre con tempo cattivo, specie nella discesa, hanno aperto una nuova via battezzata Dracula che si sviluppa per 3500 metri sul versante SE ed ha difficoltà di M6R, AI4+, A0.
 
“Abbiamo percorso un sistema di rampe con andamento prima a sinistra, poi a destra. Abbiamo trovato molti tratti di ghiaccio e alcuni di misto con una roccia generalmente buona, ma con un passo chiave di M6R su pietra friabile….
 
Nella parte superiore della parete rocciosa speravamo di poterci riposare  alimentarci e bere, ma non c’erano cenge, per cui abbiamo continuato a scalare per tutta la notte lungo interminabili scivoli di ghiaccio a 60° fino all’incrocio con la cresta dei Francesi.
 
La grande fatica combinata alla disidratazione e le calze bagnate mi ha procurato dei principi di congelamento ai piedi. Quando finalmente abbiamo incrociato la via francese, era l’alba e a quel punto abbiamo mangiato e bevuto.
 
Ma è stata ancora lunga e penosa la traversata sotto la cima meridionale verso la vera vetta che abbiamo raggiunto alle 13.00, 31 ore dopo essere partiti."
 

La discesa è stata ostacolata da una forte tempesta che ha costretto i due a ripararsi in un crepaccio e percorrere la cresta nord est. Con un paio di doppie finali sono  finalmente arrivati alla base scampando alle valanghe ma portando a termine un’epica avventura durata 71 ore senza sosta che ha procurato ad Haley un principio di congelamento agli alluci.
 
Fonte e foto: Blog di Colin Haley

Condividi: