Cassin Ridge per Valseschini e Manni - Up-Climbing

Cassin Ridge per Valseschini e Manni

 
E’ una grande notizia il successo  dei Gamma Fabio Valseschini e Eugenio Manni.
 Avevamo dato conto nei giorni scorsi della cima raggiunta dai Gamma Chiappa, Gerosa e Bianchi per la via normale e salutato la partenza di Valseschini e Manni per la Cassin Ridge con un "in bocca al lupo artico". 
 
In una settimana, 5 giorni di scalata e due di stop, hanno portato a termine  la salita della Cassin Ridge al McKinley. Le pessime condizioni della montagna e la meteo avvesrsa  avevano già scoraggiato quest’anno altre spedizioni, ma i due coriacei lecchesi ce l’hanno fatta, arrivando in vetta l’11 giugno.
 
Le ultime informazioni risalivano alla scorsa settimana, quando avevano lasciato i compagni per il loro tentativo alla vetta. Poi nulla, mentre i giorni scorrevano con un pò di apprensione, specie quando è giunta la notizia della morte di 2 americani impegnati sulla West Rib del Denali.
 
La salita dei due Gamma non è stata priva di inconvenienti: oltre alle difficoltà tecniche dell’itinerario, Valseschini e Manni, hanno dovuto far fronte  ad un giorno di bufera che li ha costretti in tenda, e soprattutto alla rottura dell’unico fornelletto. Quest’ultimo guaio poteva rivelarsi determinante per la riuscita. Infatti non  reidratarsi in quota, può essere molto pericoloso  Fortunatamente i generosi ranger del Denali National Park con un volo di elicottero sono riusciti a fargli avere un pò di acqua e cibo, in modo che la bella avventura dei nostri potesse concludersi positivamente.
 
La loro è la terza salita italiana della Cassin al McKinley, a 48 anni dall’apertura, un bell’omaggio a Riccardo Cassin,  leggendario decano dell’alpinismo, loro concittadino, nell’anno del suo centesimo compleanno. Un rilancio alla grande  dell’alpinismo di spessore per il prestigioso gruppo dei Gamma, fondato da Carlo Mauri, lo stesso che con Cassin ha progettato la via sul Denali, ma che per un incidente ad una gamba non ha potuto partecipare all’ascensione.
 
La via, splendida e molto ambita, percorre lo spigolo del versante meridionale della montagna e alterna magnifici tratti di ghiaccio ripido e arrampicata su granito.
Venne  aperta nel luglio del 1961 da Riccardo Cassin, Romano Perego, Annibale Zucchi, Gigi Alippi, Jack Canali e Luigi Airoldi.
 
En plein dunque per il Gruppo Gamma: pochi giorni fa il veterano Roby Chiappa, Massimiliano Gerosa e Giacomo Bianchi, nonostante un freddo molto intenso (-34°) avevano salito la montagna dalla via normale fino ai 6194 metri della cima, mentre Fabio Valseschini e Eugenio Manni si sono aggiudicati una via che gode della massima considerazione nel mondo alpinistico.
 
ms
 

 fonte: gruppo gamma
up climbing 10 giugno 2009

 

Condividi: