COME ON A, WI5+ - Up-Climbing

COME ON A, WI5+

Nuova linea di ghiaccio in Val Divedro

Simone Antonietti, Fabio Rossetti e Mauro Montanari hanno realizzato la prima ascensione di una cascata in Val Divedro, battezzata Come on A.

Foto coll. apritori

La cascata è stata valutata di grado IV-5+ (TD+/ED-), le difficoltà maggiori si concentrano nell’ultimo tiro, lungo e tecnico.

La colata si trova in alto sulla destra orografica della Val Divedro, in prossimità del confine italo-svizzero e a breve distanza dall’Alpe di Camona, presso un anfiteatro roccioso situato a est dell’alpe stessa, tra i 1650 e i 1800 m di quota. L’accesso alla colata è complicato ed esposto, sconsigliato e pericoloso negli inverni nevosi.

Gli apritori commentano:

«L’anfiteatro che contiene la cascata è ben visibile dall’abitato Bugliaga, frazione di Trasquera, dove da qualche anno l’abbiamo monitorata attendendo che raggiungessero le condizioni ideali. Come ben sanno i ghiacciatori, affinché alcune cascate si possano formare devono esserci congiuntamente le giuste condizioni di neve, temperature e acqua. Quest’anno, dopo aver valutato le varie opzioni di avvicinamento, ci siamo decisi a provare a raggiungere la base della cascata salendo dalla Val Vaira (Zwischbergental) seguendo il sentiero estivo che collega Gondo all’Alpe di Camona».

 

 

foto coll. apritori

Alpe di Camona, Val Divedro (Val d’Ossola, Piemonte)
Come on A
Simone Antonietti, Fabio Rossetti, Mauro Montanari, 3 febbraio 2023
150 m, WI5+

Materiale. Classico da ghiaccio.

Accesso. Da Gondo (Zwischbergen, Vallese, CH), presso il confine italo-svizzero, salire a Stalde in Zwischbergental. Lasciare l’auto e proseguire a piedi per Biel su strada privata. Prendere quindi il sentiero che conduce all’Alpe di Camona passando per Tannegga. Arrivati a quota 1750 m il percorso è caratterizzato da un lungo traverso su una cengia molto esposta, percorribile solo in condizioni secche. Raggiungere l’alpeggio, superarlo e, con una calata da 50 m su pianta, accedere a una seconda cengia che in breve conduce alla base dell’anfiteatro, sede della cascata. 2,30 h circa.

Relazione.

L1: facile rampa di ghiaccio (WI2+) e breve tratto su neve che conduce alla base della colata principale;

L2: attaccare sulla sinistra (direzione di marcia) e, per balze verticali alternate a tratti più appoggiati, raggiungere una nicchia, situata ancora sulla sinistra, all’interno della quale è possibile attrezzare una sosta su ghiaccio. WI3+, 35 m;

L3: spostarsi a destra e affrontare due muri verticali fino alla base delle due candele freestanding. Sosta su fix nella nicchia situata a sinistra delle candele. WI4+, 30 m;

L4: affrontare le candele con uscita strapiombante, poi continuare su ghiaccio articolato a petali, meduse e cavolfiori. Sosta su fix sulle rocce a sinistra. WI5+, 55 m.

Discesa. Dall’uscita della cascata salire per qualche metro e, verso destra (faccia a monte), puntare alle baite dell’Alpe di Camona dove si ritrova l’itinerario d’accesso.

MR. Informazioni e immagini fornite dagli apritori.

Nota: l’arrampicata e l’alpinismo sono attività potenzialmente pericolose. L’uso delle informazioni qui riportate si fa a proprio rischio e pericolo.
Condividi: