COPPA DEL MONDO GHIACCIO 22/23 – CHAMPAGNY - Up-Climbing

COPPA DEL MONDO GHIACCIO 22/23 – CHAMPAGNY

Report del secondo evento di UIAA Ice Climbing World Cup del 2023

Temperature gelide e un’atmosfera decisamente invernale hanno fatto da sfondo al secondo evento di Coppa del Mondo di arrampicata su ghiaccio UIAA del 2023, tenutosi sabato 21 e domenica 22 gennaio a Champagny-en-Vanoise, nelle Alpi francesi.

Dopo l’apertura di stagione in Corea del Sud, gli atleti hanno potuto mettersi alla prova in una delle palestre di arrampicata su ghiaccio più impressionanti d’Europa. L’evento, organizzato in collaborazione con la Fédération Française des clubs alpins et de montagne (FFCAM) e La Plagne resort, comprendeva anche i Campionati Europei.

Lead maschile: Louna torna in forma

Alla sua Coppa del Mondo di casa, Louna Ladevant non poteva fallire. A Cheongsong i ritardi dei bagagli hanno costretto il campione del mondo francese a prendere in prestito l’attrezzatura e, a causa di un problema con la sua piccozza, è caduto in finale, finendo fuori dal podio. A Champagny i suoi rivali Benjamin Bosshard (Svizzera) e la medaglia d’oro di Cheongsong Heeyong Park hanno entrambi superato la via finale. Ladevant è salito per ultimo, rapidamente e con un fantastico supporto del pubblico. Ha superato la via in 5:30, 45 secondi più velocemente di Bosshard. Questa vittoria lo porta al secondo posto della classifica generale e promette una sfida epica contro Park alla prossima tappa di Saas-Fee, luogo dove entrambi gli atleti hanno vinto medaglie d’oro in Coppa del Mondo.

1-Louna Ladevant (FRA)

2-Benjamin Bosshard (SUI)

3-Heeyong Park (KOR)

Lead femminile: un’altra grande sfida

La competizione femminile si concluderà in modo drammatico a Saas-Fee il prossimo fine settimana con la svizzera Petra Klingler e la sudcoreana Woonseon Shin attualmente alla pari in classifica generale, con 180 punti con una medaglia d’oro e una d’argento ciascuna. Klingler ha preso un oro nel round 1 a Cheongsong. La prova in Francia invece non è iniziata molto bene, tanto che l’atleta è riuscita a qualificarsi come una delle otto finaliste con un margine minimo. Essendo qualificata con il punteggio più basso, Klingler è salita per prima in finale e si è lasciata alle spalle la delusione del giorno precedente stabilendo un punto di riferimento impressionante, a un solo rinvio dalla cima. La compagna di squadra di Klingler, Sina Goetz, ha superato la via prima di essere penalizzata per aver invaso un’area proibita. Woonseon Shin, salita per ultima, ha superare la via per prendere l’oro, offrendo una prestazione tipicamente agile e aggraziata e raggiungendo il top con 91 secondi di anticipo. L’irlandese Eimir McSwiggan ha vinto il bronzo e ora si trova al terzo posto nella classifica generale.

1-Woonseon Shin (KOR)

2-Petra Klingler (SUI)

3-Eimir McSwiggan (IRL)

Petra Klingler. Foto UIAA/Nils Paillard

Speed maschile: primo oro per la Corea del Sud

Lo scorso fine settimana la Corea del Sud ha avuto successo nella gara di velocità femminile. A Champagny il paese ha vinto il suo primo oro nella Coppa del Mondo di velocità maschile. Myungwook Yan, quinto a Cheonsgong, ha prevalso con un tempo di 6,93 secondi. Il campione del mondo Mohsen Beheshti Rad, medaglia d’oro in Corea del Sud, è arrivato secondo con il tempo di 6.98. La Mongolia ha vinto la seconda medaglia di velocità della stagione di Coppa del Mondo con Mandakhbayar Chuluunbaatar che ha ottenuto il bronzo in 7,21 secondi. Beheshti Rad ora guida la classifica generale con Yang come unica possibile minaccia per la vittoria del titolo di Coppa del Mondo.

1-Myungwook Yang (KOR)

2-Mohsen Beheshti Rad (IRN)

3-Mandakhbayar Chuluunbaatar (MGL)

Speed femminile: dominio europeo

Nell’ultima delle sue tre salite la svizzera Vivien Labarile, sesta a Cheongsong, è salita sulla struttura di ghiaccio come un razzo per segnare un tempo di 12,01 secondi. Un’altra atleta, Olga Kosek della Polonia ha guadagnato il bronzo con una salita in 13,93 secondi. Lorena Beck del Liechtenstein ha segnato un tempo di 13,75 secondi alla sua seconda salita, guadagnandosi infine un argento. Labarile, leader del Tour, spera di ripetere l’oro nella Coppa del Mondo di casa a Saas-Fee il prossimo fine settimana.

1-Vivien Labarile (SUI)

2-Lorena Beck (LIE)

3-Olga Kosek (POL)

Podio femminile speed. UIAA/Nils Paillard

 

Il terzo e ultimo evento della stagione della Coppa del Mondo si terrà dal 26 al 28 gennaio a Saas-Fee, in Svizzera.

Qui i risultati (inclusi quelli dei Campionati Europei) della tappa di Champagny-en-Vanoise . Altre informazioni sul sito UIAA.

MR da comunicato stampa. In copertina: Louna Ladevant, foto UIAA/Nils Paillard

Condividi: