Dani Arnold da record al Petit Dru - Up-Climbing

Dani Arnold da record al Petit Dru

Il 14 agosto 2021 Dani Arnold ha stabilito un nuovo record sulla parete nord del Petit Dru (Monte Bianco), salendo in solitaria lungo la via Allain-Leininger in 1h43’.

L’impresa non è recentissima, ma l’atleta svizzero l’ha resa nota solo ora sui canali social, dove afferma: «Tutto è iniziato con la parete nord dell’Eiger nell’aprile 2011. E ora, più di 10 anni dopo, sono riuscito a salire da solo e in velocità la sesta e ultima parete nord delle Alpi».

L’impresa di Arnold al Dru si inserisce infatti in un progetto ancora più ambizioso, ovvero l’ascensione in solitaria e in velocità delle sei pareti note come le grandi nord delle Alpi: Cervino, Cima Grande di Lavaredo, Eiger, Grandes Jorasses, Petit Dru, Pizzo Badile.

L’avventura solitaria di Arnold sulle nord ha avuto inizio nel 2011 sull’Eiger (Via Heckmair, 2h28’). Nel 2015 l’alpinista si è misurato con la Schmid al Cervino (1h46’) e, nel 2016, con la Cassin al Badile (52’). Nel 2018 è stato il turno dello Sperone Walker alle Grandes Jorasses (2h4’) e nel 2019 quello della Cima Grande di Lavaredo lungo la Comici-Dimai (46’).

Quest’anno, malgrado il tempo notevolmente instabile, Arnold è riuscito a “cogliere l’attimo”. Partito con Stefan Brugger con l’obiettivo di scalare insieme, Arnold ha deciso all’ultimo momento di tentare la solitaria per approfittare di una “finestra” imprevista con buone condizioni meteo e della parete.

La via percorsa dall’atleta Mammut è stata aperta da Pierre Allain e Raymond Leininger nel 1935 ed è, secondo l’antica e severa guida Vallot, un “itinerario decisamente classico” di 850 m con difficoltà di TD- o TD (V o 6a in funzione del passaggio scelto).

MR. In copertina: foto di Martin Adams su Unsplash 

Condividi: