Mapping The Impossible - Up-Climbing

Mapping The Impossible

I droni, le stupende macchine volanti che stanno rivoluzionando il modo di fare riprese e rilevare dati in montagna, acquisiscono ogni giorno sempre più importanza grazie ad un processo evolutivo che ormai è partito e che farà sempre più strada. In questo caso, un team composto da alpinisti e tecnici, hanno ricostruito in formato 3D il Cervino con un’accuratezza ed una ricchezza di dati mai visti prima.

Grazie ai droni appunto, dotati di camere, GPS ed altre tecnologie, è stato possibile ricostruire virtualmente questa montagna. E’ di rilievo sottolineare che tutto ciò è stato fatto ad impatto ambientale estremamente ridotto se non addirittura nullo: dove prima si utilizzava l’elicottero, con costi in termini di mezzi e risorse incredibili oltre all’inquinamento prodotto, ora si ottiene tutto con qualche batteria ben carica.
Qualche dato su ciò che è stato fatto: 11 voli totali, 5 ore e 40 minuti di volo complessivi, 2188 immagini raccolte, 263.6km percorsi, 4707m la quota massima raggiunta.
A fine video, l’impressionante risultato finale.
 

Condividi: