Ice–climbing in Valle di Champorcher - Valle d’Aosta - Up-Climbing

Ice–climbing in Valle di Champorcher – Valle d’Aosta

 
 
Non sono moltissime le colate di questa attraente vallata, ma sicuramente di buona qualità. La più celebre e conosciuta è la cascata del Giavin, posta nel solitario vallone De La Legne.
 
Un flusso formato da due candeloni paralleli esteticamente assai attraente. Quest’anno è ben formato e quindi ripetuto su entrambe le linee, così come sono state ripetute anche le due colate che precedono il Giavin, più lunghe ma di impegno modesto.
 
C’è anche da segnalare una nuova salita  vicina alla strada e ben visibile sulla riva destra idrografica,  nei pressi di Pontboset, un percorso abbastanza impegnativo realizzato da Giampiero Bertotti, Stefano dalla Gasperina, Enrico Bonino e Maria Sofia Palmisano il 15 gennaio.
 
Di rara formazione, Zero 70 è lunga 100 metri  II/5/5+ 3 lunghezze – soste a spit e albero.
Può essere utile un friend (0.5/0-75 Camalot per proteggere l’inizio del terzo tiro. E’ già stata ripetuta.)
 
Accesso: autostrada TO-AO  uscire al casello di Pont Saint Martin. Da qui proseguire sulla statale in direzione di Aosta ad una rotonda  girare a sinistra seguendo le indicazioni per Valle di Champorcher. Risalirla fino all’abitato di Trambesere (Pontboset) da dove la cascata è ben visibile sul lato opposto della valle. Da qui attraversando il ponte a vista in 15/20 minuti all’inizio del ghiaccio.

 
more info:
Alpine Ice le 600 più belle cascate delle Alpi. Edizioni Versantesud Milano;
 
Diamanti di cristallo Giancarlo Grassi – Aldo Cambiolo – L’Arciere, Vivalda Edizioni 
 
ms
 
Fonte: upclimbing, blog di Enrico Bonino
 

Condividi: