KTOK – MISSIONE COMPIUTA SUL KENYA - Up-Climbing

KTOK – MISSIONE COMPIUTA SUL KENYA

Il progetto di Andrea Lanfri e Massimo Coda si chiude con successo su Punta Lenana

Sabato 27 agosto Andrea Lanfri e Massimo Coda hanno concluso la loro spedizione africana raggiungendo la vetta di Punta Lenana, una delle cime più accessibili del Monte Kenya, a 4985 metri di quota.

Dopo aver realizzato l’ascensione del Kilimangiaro lo scorso 22 agosto, Lanfri e Coda si sono trasferiti in autobus verso Nairobi. Da lì sono partiti per il lungo viaggio che li ha portati alle pendici del Monte Kenya, la seconda elevazione del continente africano.

«Un ambiente completamente diverso da quello del Kilimangiaro» spiega Andrea. «Il primo giorno è stato molto noioso, camminando solo su asfalto. Anche se gli incontri sono stati incredibili: in pochi chilometri abbiamo incontrato zebre, babbuini e tracce di elefanti».

Ben acclimatati dopo i 5895 metri del Kilimangiaro, Massimo e Andrea hanno affrontato senza problemi la salita al Kenya.

«A darci qualche problema è stata la meteo». Arrivati al campo a 4200 metri, i due alpinisti si sono ritrovati sotto una forte grandinata, che dopo poco si è tramutata in neve e poi in pioggia. «Visto un piccolo miglioramento, il 27 agosto abbiamo raggiunto la Punta Lenana. Siamo saliti e scesi in 4 ore, ma non abbiamo goduto di nessun panorama: la cima ci ha accolti con una fitta nebbia».

Un nuovo tentativo, per godere dall’alto delle bellezze africane, Andrea e Massimo l’hanno fatto il 28 agosto, ma anche questa volta dopo poche ore di scalata su una via di roccia hanno preso la saggia decisione di rientrare. «Ancora una volta pioggia e grandine ci hanno fatto capire che non era il caso di continuare».

Per Andrea il Kilimangiaro era la terza tappa della collezione delle Seven Summits. La quarta e prossima tappa sarà l’Aconcagua.

lanfri monte kenya

La spedizione KtoK (dal Kenia al Kilimangiaro) di Andrea e Massimo ha anche un fine benefico. La raccolta fondi sostenuta dalla scalata alle due principali cime d’Africa sostiene un progetto solidare di recupero di vecchie carrozzine a rotelle che, dopo essere state ricondizionate, vengono portate nel cuore dell’Africa e offerte alla popolazione locale. Informazioni qui.

MR. Informazioni e immagini fornite dagli alpinisti.

Condividi: