Lettera aperta degli alpinisti russi contro la guerra - Up-Climbing

Lettera aperta degli alpinisti russi contro la guerra

Alexander Gukov ha preparato una lettera aperta contro la guerra in Ucraina a nome della comunità alpinistica russa.

Gukov presenta così la sua iniziativa: «Amici, non voglio farmi da parte e vi invito a firmare una lettera aperta da parte della nostra comunità alpinistica contro l’azione militare in Ucraina. La lettera sarà spedita ai club e alle federazioni alpinistiche degli altri paesi. Tutti coloro che concordano con il testo della lettera lascino il proprio nome».

Una lettera aperta al Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin a nome degli alpinisti russi

Noi, alpinisti russi, ci opponiamo alle azioni militari che l’esercito russo sta conducendo sul territorio dell’Ucraina.

Sappiamo in prima persona quanto sia fragile la vita umana. Consideriamo un crimine da parte dell’esercito russo invadere il territorio dell’Ucraina, in conseguenza del quale soffrono le persone di entrambi i paesi. Questa è una macchia nella storia della Russia, con la quale non solo noi, ma anche i nostri figli dovremo convivere.

Gli ucraini sono i nostri fratelli, con i quali condividiamo una storia millenaria.

Gli ucraini sono nostri amici, a fianco dei quali abbiamo superato le prove più terribili e condiviso le difficoltà in montagna.

Non possiamo accettare l’ingiustificata perdita di vite umane da entrambe le parti e l’incitamento all’odio tra i nostri popoli e chiediamo l’immediata cessazione delle ostilità.

Qui il link per le firme.

 

Mr. Fonte social network Alexander Gukov.

Condividi: