LUCA SCHIERA E PAOLO MARAZZI TORNANO IN PATAGONIA - Up-Climbing

LUCA SCHIERA E PAOLO MARAZZI TORNANO IN PATAGONIA

Nuova spedizione al Campo De Hielo Norte per i due Ragni, obiettivo il Cerro Nora Oeste

Paolo Marazzi e Luca Schiera tornano in Patagonia, al Campo De Hielo Norte, con l’obiettivo di esplorare il Cerro Nora Oeste.

I due Ragni sono in partenza per il Cile dove resteranno per almeno quattro settimane. La spedizione vera e propria avrà inizio con l’attraversamento in barca del Lago Colonia. Poi, installato un campo base al riparo dal vento, Paolo e Luca potranno effettuare i primi tentativi d’ascensione.

La guida alpina e fotografo Giovanni Ongaro, anche lui membro del Gruppo Ragni, e Andrea Carretta, alpinista trapiantato in Patagonia, si occuperanno della realizzazione di un film documentario per raccontare la spedizione.

“Si tratta della quarta volta che io e Paolo andiamo sul Campo de Hielo Norte: un luogo affascinante perché ci sono moltissime montagne e pareti ed è ancora in parte inesplorato. Il Cerro Nora Oeste l’avevamo visto da lontano nel 2020 mentre fra i crepacci cercavamo la strada verso un’altra montagna, in quel momento non avremmo mai pensato che un giorno avremmo voluto provare a salire quella parete all’apparenza così repulsiva. In realtà il Cerro Nora ha un versante sud che appunto abbiamo visto, di misto e ghiaccio, e un muro di granito a nord largo un paio di chilometri e alto almeno 800 metri, racconta Luca Schiera. “Fisicamente e mentalmente siamo pronti, bisogna vedere se le condizioni meteo e della montagna saranno favorevoli”.

Coll. Gruppo Ragni della Grignetta

Il Campo de Hielo Norte è il secondo ghiacciaio più esteso al mondo, a esclusione di quelli polari. Si trova nella Patagonia cilena, fra l’Oceano Pacifico e la cordigliera delle Ande. Una grande distesa di roccia e ghiaccio che si sviluppa da nord a sud per circa 120 chilometri con una estensione di 4200 chilometri quadrati. Un’area su cui svettano montagne ancora inesplorate e sconosciute.

Marazzi e Schiera sono tra i più importanti alpinisti e scalatori italiani in attività. Da più di dieci anni sono spesso in coppia sulle pareti di tutto il mondo. I due hanno scalato e aperto vie dal Karakorum al Garhwal Himalayano passando per la Groenlandia, il Pamir e L’Arabia. Il Campo de Hielo Norte è da sempre nelle loro ambizioni: negli anni, con tentativi diversi, hanno esplorato e salito diverse montagne del ghiacciaio. La prima volta, nel 2019, hanno realizzato l’ascensione del Cerro Mangiafuoco, montagna situata nel centro del ghiacciaio, che i due hanno superato lungo una bella e difficile parete di 400 metri. Nel 2020 Schiera e Marazzi, accompagnati da Giacomo Mauri, hanno fatto ingresso sul ghiacciaio da sud per raggiungere una vetta vista solo dalle immagini satellitari. Partiti in barca dai fiordi di Caleta Tortel, i due si sono incamminati per 90 chilometri sul ghiacciaio, ma non sono riusciti a trovare una via tra i crepacci. Nel 2022 Schiera e Marazzi sono entrati da nord e si sono diretti verso sud con sci e slitta. I due hanno poi scalato una parete di roccia.

La spedizione di quest’anno è sostenuta e valorizzata dal Club Alpino Italiano, grazie ai fondi del Ministero del Turismo. Allo stesso tempo, Il Gruppo Ragni ringrazia per il supporto all’attività dei propri alpinisti gli sponsor tecnici: Rock Experience, Scarpa, CAMP e df Sport Specialist.

“Con il sostegno al progetto di Luca Schiera e Paolo Marazzi, Il Club Alpino Italiano conferma ancora una volta di voler promuovere e valorizzare le grandi spedizioni, espressione dell’alpinismo degli esordi che dimostra che si può ancora fare esplorazione e trovare nuovi orizzonti”, ha dichiarato il presidente generale Antonio Montani.

Coll. Gruppo Ragni della Grignetta

In copertina: foto Coll. Gruppo Ragni della Grignetta

Condividi: