Proposta di integrazione al sistema di gradazione dell’arrampicata su ghiaccio - Up-Climbing

Proposta di integrazione al sistema di gradazione dell’arrampicata su ghiaccio

Stas Beskin con Daniel Martian ha realizzato la prima salita di Trial e propone un’integrazione al sistema di gradazione dell’arrampicata su ghiaccio.

Trial è una linea di ghiaccio e misto che si trova in Ontario, Canada. Secondo Beskin e Martian si tratta del migliore itinerario di questo tipo nell’area dell’Ontario meridionale. Fin qui niente di strano: gli apritori apprezzano la loro nuova linea e sperano che, magari con l’aggiunta di qualche spit, diventi una classica molto ripetuta.

Lo spunto interessante che emerge da questa apertura è evidente quando si osserva il grado proposto: M9+, FH WI6. Cos’è questo FH? è un’invenzione di Stas Beskin. Secondo l’alpinista, infatti, la semplice distinzione tra i generici AI e WI in uso per gradare questo tipo di vie non è sufficiente a chiarire la varietà di morfologia e qualità del ghiaccio. In cascata, dominio del “WI”, tutti sanno che è diverso scalare un WI6 su una candela sospesa piuttosto che su un muro compatto! Per questo Beskin propone di approfondire con due sigle: FH, “free hanging” e FS, “free standing”. Un’integrazione utile a fornire qualche informazione in più sulla struttura della colata. Tenendo conto della natura estremamente volubile della materia in questione, approfondire la scala di valutazione del ghiaccio potrebbe essere utile, ma è senz’altro una questione delicata: il rischio è di complicare ulteriormente un sistema già articolato.

Fonte: rockandice.com.

Condividi: