MONDIALI GIOVANILI: IRINA DAZIANO QUINTA - Up-Climbing

MONDIALI GIOVANILI: IRINA DAZIANO QUINTA

CONCLUSE LE GARE A SEOUL

Irina Daziano conquista la finale ai campionati del mondo giovanili.

Sulla scia della lead, anche la speed ed il boulder hanno fatto il loro corso durante gli ultimi campionati del mondo giovanili a Seoul. Come già successo con Riccardo Vicentini nella lead, Irina Daziano ha conquistato un posto nella finale ed ha ultimato la sua gara con un’ottima quinta posizione.  Purtroppo nessuna medaglia è giunta nella disciplina boulder.

Nella categoria Under 16, Bettina Dorfmann (Vicecampionessa Italiana) conclude con la trentesima posizione mentre nell’Under 18 Francesca Matuella (Campionessa Italiana Lead e Speed e Vicecampionessa Italiana boulder) realizza un’ottima qualifica, accedendo alle semifinali con il quarto posto e concludendo poi dodicesima. Ventisettesima posizione per Stella Giacani. La campionessa italiana Irina Daziano, dopo un bel cammino in qualifica e semifinale, conquista la finale e, salendo l’ultimo problema, si aggiudica il quinto posto. Ottava piazza per la collega Federica Papetti nella medesima categoria. Ventitreesima Giulia Previtali.

Nell’Under 16 maschile, il romano Tommaso Milanese si qualifica in decima piazza, per poi ultimare quindicesimo in semifinale. Tra gli Under 18,  il padovano Erik Settimo si ferma alle qualifiche col 30° piazzamento, mentre nell’Under 20 Daniele Panci ultima trentaduesimo e Niccolò Anthony Salvatore trentottesimo. Il Presidente FASI Davide Battistella ha commentato: “Siamo soddisfatti delle prestazioni dei nostri giovani atleti a Seoul e del risultato come squadra: tanti nostri ragazzi sono arrivati in semifinale, alcuni in finale, e questo dimostra un ottimo livello generale. Era molto caldo e umido, una condizione in cui è difficile scalare, ma la Federazione ha lavorato egregiamente, con tutti i tecnici pronti a dare tutto il maggiore supporto possibile ai nostri atleti. Il prossimo anno, con l’inaugurazione del nuovo Centro Federale ad Arco di Trento, siamo fiduciosi che creeremo le condizioni per consentire ai nostri atleti di allenarsi ed esprimersi ancora meglio.

Fonte e cortesia foto FASI

Alessandro Palma 

Condividi: