ALI BABA (8a+, 250 m) PER SOLÈNE AMOROS E KATHERINE CHOONG - Up-Climbing

ALI BABA (8a+, 250 m) PER SOLÈNE AMOROS E KATHERINE CHOONG

Prima ripetizione di una cordata interamente femminile (fotografa compresa!)

La francese Solène Amoros e la svizzera Katherine Choong hanno ripetuto Ali Baba (8a+, 250 m).

Ali Baba è stata tracciata da Philippe Mussatto e Benoit Peyronnard alla Paroi Derobée di Aiglun (topo sul blog di Mussatto). È considerata una delle vie lunghe sportive più difficili in Francia. Non si tratta certo di una big wall ma è un tracciato veramente sostenuto (8a, 8a, 7b+, 8a, 8a+, 8a+, 8a+, 7b+) e in forte strapiombo.

Quella di Solène e Katherine non è la prima ripetizione femminile in assoluto. Su questa via si sono già messe alla prova anche Nina Caprez (prima femminile, 2010) e Florence Pinet (seconda femminile, 2012).

La cordata Amoros-Choong è però la prima squadra interamente composta da donne (compresa la fotografa Mélanie Cannac) a riuscire nell’ascensione, con una nota di stile in più a complicare la sfida: mai tornare a terra prima della conclusione dell’arrampicata, issando quindi bagagli e portaledge lungo la parete.

Solène commenta:

«Dopo 3 giorni e mezzo di arrampicata e 3 notti in portaledge, è stato intenso abbracciarsi dopo aver liberato entrambe tutti i tiri, da prime, nell’ordine e senza scendere dalla parete! Queste lunghezze davvero travolgenti, la logistica legata al sollevamento dei nostri zaini, la fatica delle brevi notti e dei successivi giorni di arrampicata ci hanno costrette a superare tutti i nostri limiti fisici e mentali e a cercare dentro di noi le risorse necessarie per raggiungere questo obiettivo insieme sostenendoci in ogni momento!».

Ali Baba, foto Mélanie Cannac

MR. Fonte Solène Amoros. In copertina: primo tiro,  foto Mélanie Cannac.

Condividi: