Prima invernale sul Cervino - Up-Climbing

Prima invernale sul Cervino

Grande prima invernale sul Cervino per François Cazzanelli, Emrik Favre e Francesco Ratti, che si sono aggiudicati solo pochi giorni fa la prima ripetizione e prima invernale completa della combinazione “Padre Pio prega per tutti” + “Echelle vers le ciel” sulla parete sud del Cervino.

“Padre Pio prega per tutti” è stata aperta nel 2002 da Patrick Gabarrou, Cesare Ravaschietto, Nicolae Morar e Maxime Lopez. Questa linea conduce sul Pilastro dei Fiori, una struttura di roccia piuttosto buona che si evidenzia sulla parete sud del Cervino, in diciannove lunghezze con difficoltà massima di 6c+ (6b+ obbligatorio).

Sempre Gabarrou, con vari compagni, ha completato nel 2016 “Echelle vers le ciel”, la logica conclusione di “Padre Pio…”, che dalla cima del Pilastro dei Fiori conduce in vetta al Cervino.

La combinazione “Padre Pio prega per tutti” + “Echelle vers le ciel” conta ben quarantuno tiri e difficoltà fino al 7b (6c obbl.).

Cazzanelli, Favre e Ratti sono partiti da Cervinia il 27 febbraio e, dopo tre giorni d’arrampicata e due notti di disagio in parete, sono usciti in vetta al Cervino il primo marzo.

«Abbiamo vissuto 3 giorni intensi trascorrendo due bivacchi durissimi con un clima severo da vero inverno. È stato il nostro secondo tentativo, avevamo già tentato l’ambizioso progetto lo scorso inverno. Sono veramente molto soddisfatto! Un grazie particolare va ai miei amici e compagni di avventura!» racconta Cazzanelli.

 

MR da social network degli alpinisti.

Condividi: