Punta Giradili Senza indugio - Up-Climbing

Punta Giradili Senza indugio

 
 
Ancora una nuova via in Sardegna, sullo splendido pilastro calcareo di Punta Giradili, Roberto Vigiani e Carlo Malerba hanno inventato Senza indugio. 6c / 6c+. La linea si sviluppa per 400 metri a destra di Angelo Blu (7b, 400m Fratelli Mabboni, 2002), e presenta una chiodatura a fix assai distanziata; è richiesto un livello in arrampicata equivalente alla quotazione dell’itinerario.
 
Ad aprire la strada sulla Giradili è stato Marco Bernardi, uno dei più forti alpinisti degli anni ’80, (1981 Via del Carasau, VI+/A3), mentre il primo percorso moderno porta la firma del sardo Enzo Lecis che lo ha attrezzato dall’alto nel 1995 (Wolfgang Gullich 7a, 400m); del 1996 è invece un’altra via moderna chiodata dal basso da Maurizio Oviglia con le guide piemontesi Mario Ogliengo e Patrick Raspo (Mediterraneo 7a+, 300m).
 
Lo stesso Oviglia e Simone Sarti nel 1998 creano Intelligenza Emotiva (7c+, 260m). A Patrick Gabarrou spetta il merito di aver tracciato una via in stile classico nel settore destro della parete Voie des Arbres (450m, 1998).
 
Il 2002 è l’anno della già citata Angelo Blu dei fratelli Mabboni, e del completamento di Sette Anni di Solitudine (7a, 400m iniziata nel 1995) ad opera di Michel Piola e Manlio Motto.
 
Successivamente Piola aggiunge un’altra linea Jonathan Livingstone (350 m, 7a/b) che sarà percorsa redpoint da Rolando Larcher e Manolo.
 
Larcher, Maurizio Oviglia e Roberto Vigiani nel 2006 aprono Mezzogiorno di fuoco (270m, 7c obbligatorio – Redpoint di Larcher   nel 2007 – 8b). Lo scorso anno Roberto Vigiani ha salito con Luisa Siliani Parthenia 6b+ a sinistra della grande grotta che caratterizza la parete.
 
Fonte: sardiniaclimb.com 
 
Foto: Andrea Gallo
 
News Roberto Vigiani
 
  
Sempre in Sardegna, c’è da segnalare un itinerario multipitch nuovo di zecca sul Supramonte di Baunei aperto dal fortissimo finalese Guido Cortese con Renato Delfino. Battezzato L’Incredibile De Walt per riconoscenza al loro trapano, che caduto dalla parete è rimasto perfettamente funzionante. E’ lungo 160 metri con difficoltà fino a 7c+ (7a/7a+ obbl.)
Notizie più dettagliate e relazione su Toscoclimb.it   

Condividi: