BUSTER MARTIN RIPETE ACTION DIRECTE, 9A - Up-Climbing

BUSTER MARTIN RIPETE ACTION DIRECTE, 9A

IL TIRO PIU’ ICONICO DELLA STORIA

Buster Martin ripete Action Directe, 9a.

Ci sono tiri e Tiri e sicuramente Action Directe appartiene alla seconda categoria. Liberata nel 1991 dalla leggenda Wolfgang Gullich, Action rappresenta l’ingresso nell’era moderna dell’arrampicata sportiva. In un’epoca di forte fermento, la macchina da guerra tedesca allenò specificatamente il suo corpo per riuscire a superare le sequenze di monoditi e propose per la prima volta il grado di 9a, nonostante i molti scetticismi. A distanza di trenta e più anni, la linea più famosa del Frankenjura rimane un sogno proibito per generazioni di climber totalmente differenti. Ad oggi, le salite di Action non arrivano a trenta, che statisticamente risultano essere meno di una all’anno. Negli ultimi due anni, ad esempio, solo due climber sono riusciti a superare le difficili sequenze e portare la corda in catena…

Buster Martin, scalatore ed istruttore di arrampicata, ha effettuato una veloce ripetizione di Action Directe, inserendo nella sua collezione un altro grande pezzo di storia. Dopo aver salito Hubble, l’altra via che si contende con Action il titolo di primo 9a della storia, Buster ha continuato a investire tempo ed energia nel misurarsi con i classici dell’arrampicata e la kingline del Franken rappresenta un altro importantissimo tassello nel suo percorso a ritroso.

In appena cinque giorni di lavoro, complice l’ottima forma fisica, Buster è riuscito a risolvere le sequenze di Action e salirla in libera, utilizzando però dei metodi leggermente diversi da quelli originali impiegati da Gullich. In una intervista su 8a.nu, dove gli è stato chiesto di mettere a confronto i due masterpiece, Buster ha raccontato di come i tiri siano diversi, dando un meraviglioso esempio di come un climber moderno può misurarsi con la storia, integrandosi alla perfezione, analizzando epoche e rispettando le figure più influenti del nostro sport.

Fonte e cortesia foto Buster Martin

Alessandro Palma

Condividi: