TROJAN SU ACTION DIRECTE ED ALTRI 9A - Up-Climbing

TROJAN SU ACTION DIRECTE ED ALTRI 9A

IL RIASSUNTO DEGLI ULTIMI 9A

Vojta Trojan ripete Action Direct, ma non è l’unico sul 9a.

Ci sono periodi dell’anno in cui i 9a abbondano come il parmigiano sulla pasta. Nelle falesie di tutta Europa, ci sono sempre più salite sul nono grado, sebbene pochi poi effettivamente vadano oltre al 9a. Molti di questi tiri più commerciali sono davvero famosi e ultra ripetuti, ma alcuni invece rimangono dei veri e propri master piece.

Il master piece per eccellenza, ripetuto poco tempo fa da Dylan Chuat, è Action Directe. Il tiro conosciuto come il primo 9a al mondo continua a mantenere il ruolo di status symbol e i suoi monoditi, tipici del Frankenjura, sono iconici. Questa volta è Vojta Trojan a far parlare di sé, con una bella salita di Action. Con questo tiro, il giovane climber si porta a quota 9 tiri di nono grado.

Mateusz Haladaj si è aggiudicato invece la classicissima Fabelita L2, il celebre 9a di Santa Linya. Per Mateusz si tratta di un piano B, scelto perché il suo main project First round first minute non era in condizione. Discorso diverso per Matteo Marobin, che a Pène Haute ha liberato una via che aspettava un salitore dal 1987. Il diciottenne ha effettuato la prima salita, proponendo il magico 9a e chiamando il tiro Remise de Pène. Insieme ad altri 9a, queste tre salite sono decisamente succulente!

Fonte pagina Instagram degli atleti

Cortesia foto Vojta Trojan per Vojta Ruta  

Alessandro Palma

Condividi: