YOUNG GUN: LOOSER E VIGHETTI DA 8C - Up-Climbing

YOUNG GUN: LOOSER E VIGHETTI DA 8C

DUE BELLE SALITE ESTREME PER NOÈ E GIANLUCA 

I giovanissimi climber Noè Looser e Gianluca Vighetti riescono sui loro progetti di grado 8c. 

Oltre al giovane Theo Blass ed al tritatutto Andrea Chelleris, tanti giovani sono ormai super agguerriti anche sui progetti outdoor. Molti di loro sono spesso compagni o avversari nelle competizioni nazionali ed internazionali e, quando non è stagione di gare, si commentano su difficilissimi tiri su roccia. Due di queste giovanissime leve sono indubbiamente Noè Looser e Gianluca Vighetti. 

Dopo aver salito il primo 8c nel 2020, la giovane svizzera Noè Looser ha fatto il salto di qualità anche nel mondo gare. Ad Helsinki, Noè si è infatti aggiudicata il titolo di campionessa Europea giovanile. Dopo appena un mese dalla medaglia d’oro, Noè ha messo le mani su un progetto duro e complesso a Voralberg: Nobody is perfect. Un ingresso boulderoso conduce il climber del caso su una sequenza di resistenza. Grazie all’ottima forma fisica raggiunta dopo una stagione di gare internazionale, Noè si è aggiudicata un altro bel tiro di 8c

Torinese DOC, Gianluca Vighetti è figlio d’arte ed è appena più giovane della sedicenne Noè. Insieme all’amico Andrea Chelleris ha infuocato i parterre di gara durante la stagione 2023 ed ora, finalmente, può rilassarsi su roccia. In un weekend passato con il piede sull’acceleratore, il giovane torinese ha salito Spanish caravan, un viaggio di cinquanta metri nel bel mezzo del settore Ramirole in Verdon. Quest’agonia di pinze e canne vale il grado di 8c e si attesta come una delle vie più dure salite da Gianluca, insieme ad altri celebri tiri come ad esempio TCT (9a).

Fonte pagina Instagram degli atleti

Cortesia foto archivio Vighetti

Alessandro Palma

Condividi: