IN MEMORIA DI DAVID LAMA - Up-Climbing

IN MEMORIA DI DAVID LAMA

Un ricordo del forte alpinista austriaco nel quinto anniversario della sua scomparsa

Ricorre oggi il quinto anniversario della morte dell’austriaco David Lama, che ha perso la vita sulle Montagne Rocciose il 16 aprile 2019 insieme ai suoi compagni di arrampicata Hansjörg Auer e Jess Rosskelley.

Il trio austro-americano era considerato un fenomeno eccezionale. Una squadra che riuniva alcune delle punte di diamante dell’alpinismo moderno. La loro scomparsa ha scosso fortemente la comunità alpinistica internazionale.

Nella primavera del 2022 un gruppo di dieci persone, composto dai più intimi amici e parenti di David e guidato dai sui stessi genitori, Claudia e Rinzi Lama, è partito per il Nepal. Nel gruppo anche il suo amico Peter Ortner, il suo allenatore di lunga data Reinhold Scherer e la fidanzata Hadley Hammer. Lo scopo del viaggio era quello di trovare un luogo di riposo per alcune delle ceneri di Lama sulla cima del Fox Peak, alto quasi 5.800 metri, che Lama aveva scalato più volte per acclimatarsi.

“Abbiamo osservato con un binocolo dal campo base mentre gli amici di David costruivano un chorten, una specie di santuario nepalese, sulla cima del Fox Peak e lasciavano lì alcune delle sue ceneri”, racconta Claudia Lama, ricordando il viaggio. “Abbiamo scelto deliberatamente la parte più settentrionale del Solu Khumbu, al confine con il Tibet, perché è lontana dalle piste affollate ed è per questo che a David piaceva così tanto. È bello sapere che una parte di David sarà per sempre in un posto così speciale in mezzo alle montagne nepalesi”, aggiunge il padre Rinzi Lama, cresciuto a meno di cento chilometri di distanza e un tempo l’unico membro della sua famiglia ad avere accesso all’istruzione scolastica, grazie a una borsa di studio di Sir Edmund Hillary.

David Lama – micro biografia

Dopo una carriera di successo nell’arrampicata sportiva, il tirolese David Lama è sempre più attratto dall’alpinismo. Nel 2012 raggiunge un traguardo importante con la prima salita in libera del Cerro Torre in Patagonia. Nell’ottobre 2018 fa parlare di sé in tutto il mondo con la sua prima salita in solitaria del Lunag Ri (Nepal), alto 6.907 metri. Solo pochi mesi dopo, l’allora 28enne Lama parte per il Canada insieme al connazionale tirolese Auer e all’americano Rosskelley per una spedizione nelle Montagne Rocciose canadesi. I tre furono travolti da una valanga durante la discesa, dopo aver scalato con successo il famigerato Howse Peak.

David Lama. Foto Manuel Ferrigato

Condividi:
Tags: