Carlos Soria tenta ancora il Dhaulagiri - Up-Climbing

Carlos Soria tenta ancora il Dhaulagiri

L’infaticabile Carlos Soria, classe 1939, tenta ancora il Dhaulagiri.

L’alpinista spagnolo è impegnato insieme al compagno di spedizione Sito Carcavilla e a una squadra di sei Sherpa sull’ultimo Ottomila che ancora manca alla sua personale “collezione”.

Carlos ha già toccato la vetta di dodici Ottomila. Tra questi ultimi, dieci li ha scalati a oltre 60 anni d’età. Ha raggiunto anche la cima centrale dello Shisha Pangma (8008 m), che normalmente non viene contata dai collezionisti in quanto più bassa della cima principale (8027 m).

Resta un conto in sospeso con il Dhaulagiri. Carlos Soria è quest’anno al suo tredicesimo tentativo d’ascensione su questa montagna che a quanto pare non gli è particolarmente favorevole. Gli insuccessi sono dovuti in gran parte ai capricci del tempo.

A 83 anni e con una protesi al ginocchio, Carlos è comunque riuscito a raggiungere il campo 3 del Dhaulagiri, a circa 7400 metri di quota. Dopo una giornata di riposo e acclimatamento, il suo gruppo sperava in un possibile tentativo di vetta. Purtroppo però l’evoluzione meteo è poco promettente: «Dopo aver visto le previsioni del tempo, Carlos Soria e Sito Carcavilla hanno deciso di scendere al campo base e aspettare un’occasione più favorevole», si legge sui social network dell’alpinista.

La spedizione è tutt’altro che finita, Carlos e Sito sono in gran forma e perfettamente acclimatati. Nei prossimi giorni sarà soprattutto la meteo e non l’alta quota a tenerli con il fiato sospeso!

 

MR da social network Carlos Soria.

Condividi: