COPPA EUROPA GHIACCIO 2022 – BRNO - Up-Climbing

COPPA EUROPA GHIACCIO 2022 – BRNO

Seconda tappa del circuito europeo con team italiano al completo

Sabato 3 dicembre ben 85 atleti provenienti da 17 paesi hanno partecipato alla seconda tappa di Coppa Europa ghiaccio-UIAA Ice Climbing European Cup 2022-23.

Dopo la gara del fine settimana precedente a Žilina, in Slovacchia, è stato il turno di Brno, nella Repubblica Ceca, di ospitare un evento di Coppa Europa.

Al femminile 28 atlete hanno partecipato alla competizione. Marianne van der Steen, vincitrice della prima tappa, ha iniziato al meglio la lunga giornata di gare. L’atleta olandese è arrivata in finale ma, già con il segnale TOP in vista, è caduta. L’unica atleta a superare la sua prestazione è stata la 25enne svizzera Franziska Schönbächler, che si è guadagnata così il primo posto. Al terzo posto si è classificata la francese Marion Thomas, già seconda a Žilina.

1        Schönbächler Franziska    SUI

2        van der Steen Marianne    NED

3        Thomas Marion      FRA

Tra gli uomini il francese Virgile Devin si è esibito in modo impressionante durante le qualificazioni. È stato l’ultimo a confrontarsi con il ripido percorso destinato ai finalisti ed è stato in grado di superare il punto raggiunto dallo svizzero Benjamin Bosshard, secondo, e dal connazionale Basile Fetet, terzo. È stato necessario l’intervento dei giudici per la conferma dei risultati finali.

1        Devin Virgile FRA

2        Bosshard Benjamin SUI

3        Fetet Basile  FRA

Lele Bagnoli nelle qualificazioni. Foto Rocca

Ma non finisce qui… Se nello sport è davvero importante partecipare e non solo salire sul podio, questa tappa di Coppa Europa deve essere ricordata come la prima competizione della serie europea UIAA alla quale ha preso parte la nuova Italian Ice Team al completo.

A dire il vero la squadra non si è limitata a partecipare ma ha anche prodotto ottimi risultati, con Gabriele “Lele” Bagnoli che ha scalato la classifica fino al settimo posto!

Il commento di Lele Bagnoli

Fantastica esperienza a Brno dove tutti noi italiani abbiamo dato tutto e ci siamo anche divertiti nel farlo… prima volta per me in finale e prima volta che in una tracciatura di ICE climbing veniva inserito un passaggio di arrampicata in fessura che mi selezionato, non avendo mai scalato su questo tipo di struttura. Nonostante stessi bene e fossi anche veloce, ho pagato lo scotto dell’inesperienza, ma sono lo stesso felice di essere maturato. Questo risultato mi spinge a fare meglio in futuro. Lo stesso vale per Jacopo Forza alla sua seconda gara insieme al forte drytooler Matteo Pilon e per Beppe Rocca, che per la prima volta ha partecipato a una gara internazionale e vuole già replicare presto a Glasgow con l’italian Ice Team.

 

 

In copertina Marion Thomas, foto UIAA/Pavel Nesvadba e Robert Hendriksen

MR. Fonti UIAA, Lele Bagnoli

Condividi: