Ice Memory - Up-Climbing

Ice Memory

Una squadra di ricercatori si trova sul ghiacciaio del Grand Combin per lavorare al progetto Ice Memory.

Una delle numerose conseguenze negative della progressiva scomparsa dei ghiacciai alpini sarà la perdita delle preziose informazioni relative alla storia climatica conservate nel ghiaccio. Il programma internazionale Ice Memory ha come obiettivo la raccolta di numerosi campioni (carote di ghiaccio) che saranno conservati a -50° in una grotta di ghiaccio in Antartide. Una sorta di grande archivio che le future generazioni potranno consultare per studiare la “memoria del ghiaccio”, ovvero le informazioni relative al clima del passato che si trovano incluse negli strati ghiacciati.

Le prime raccolte di campioni sono state realizzate nel 2016. Attualmente un’équipe italo-svizzera è al lavoro sul Grand Combin (Svizzera). Il gruppo, partito dal colle del Gran San Bernardo lunedì mattina, è composto da sei scienziati, un fotografo e una guida alpina. I carotaggi vengono eseguiti presso il colle nevoso che si trova tra la vetta del Combin du Valsorey (4185 m) e quella del Combin de Grafeneire (4314 m), a una quota di 4100 m ca. Malgrado la stagione estiva stia volgendo al termine, in questo punto durante in giorno si registrano attualmente temperature fino a +5°C. Il caldo eccessivo potrebbe danneggiare strumenti e campioni, quindi gli scienziati sono costretti a lavorare la mattina presto o durante la notte.

Ulteriori informazioni e aggiornamenti: www.facebook.com/ProtectingIceMemory.

Condividi: