Piolets d’Or 2020-ascensioni significative - Up-Climbing

Piolets d’Or 2020-ascensioni significative

Sono già state rese pubbliche le “ascensioni significative” selezionate per i Piolets d’Or 2020.

I tradizionali “Oscar dell’alpinismo” saranno attribuiti, COVID-19 permettendo, durante il Ladek Mountain Festival, in Polonia, dall’11 al 22 settembre 2020.

Tra le imprese indicate come significative ci sono numerose nuove vie tracciate da alpinisti italiani, rigorosamente in stile alpino, nel corso dell’anno 2019. In dettaglio:

  • Cavalli Bardati, 800 m, 7b, aperta da Matteo della Bordella, Luca Schiera, Matteo de Zaiacomo sul Bhagirathi IV (6193 m-India).
  • Jullay Temù, 1000 m, V+, 70°. Prima ascensione della cresta est-nord-est del Chareze Ri North (5959 m-India), realizzata da Davide Limongi, Federico Martinelli, Enrico Mosetti, Federico Secchi, Luca Vallata.
  • Wild Blood, 1500 m, WI5, M5+, V, 90°, aperta da Tomas Franchini sul Lamo-she (Cina).
  • Prima salita del Black Tooth (6719 m-Pakistan) per Simon Messner e Martin Sieberer.
  • Prima salita (700 m, D+, 60°) e discesa in sci del versante nordest del Gasherbrum VII-Pakistan per Cala Cimenti.

In Europa:

  • Capitani di Ventura, 700 m, VIII-, A1, sulla nord ovest del Civetta, aperta da Davide Cassol e Luca Vallata.
  • Parole Sante, 1050 m (650 m nuovi), VIII, A1, aperta da Aaron Moroder e Titus Prinoth sul Sassolungo.
  • Rapunzel, M8, WI6+ sul Sass dla Crusc, aperta da Manuel Baumgartner e Simon Messner.

I dettagli e la lista completa delle ascensioni significative si trovano sul sito dei Piolets d’Or.

Condividi: