Tracciata una nuova via d’accesso all’Everest - Up-Climbing

Tracciata una nuova via d’accesso all’Everest

La squadra francese di Marc Batard ha tracciato una nuova via d’accesso all’Everest.

Domenica 21 novembre Alan Batard (figlio di Marc) e Yorick Vion, aspirante guida di Courchevel, hanno concluso l’attrezzatura del percorso individuato come un’alternativa più sicura alla seraccata del Khumbu.

Grazie a questo percorso, che si snoda lungo i contrafforti del Nuptse e permette di raggiungere direttamente il classico campo 2 della via normale, è possibile evitare completamente il passaggio per la pericolosa e complicata “Khumbu Ice Fall”. La prima parte della via si svolge su roccia e culmina presso un rilievo quotato 5848 m e battezzato Pic Sundare in ricordo di Sundare Sherpa, l’uomo che ha ispirato il record del 1988 di Marc Batard sull’Everest (22h 29’). A partire dal Pic Sundare l’itinerario segue una cresta nevosa che esce presso la conca del campo 2.

Il successo del progetto di tracciatura di una nuova via d’accesso all’Everest, ideato e sostenuto da Marc Batard, è arrivato proprio alla vigilia del settantesimo compleanno del veterano francese.

MR. Fonti: www.montagnes-magazine.com, social network dell’alpinista.

Condividi: