Steck e Burgada di corsa sull'Eiger - Up-Climbing

Steck e Burgada di corsa sull’Eiger

Resta la domanda: è alpinismo o corsa? Difficile dare una risposta e ancora di più giustificarla. Perché salire una parete nord del genere è alpinismo ma farlo in quel tempo è una corsa. Oltre al dubbio resta comunque una cosa riservata a pochi, ed i pochi in questo caso portano il nome, guarda caso, di Ueli Steck e Kilian Jornet Burgada, velocissimo alpinista uno e alpinista-corridore l’altro. Il risultato di questo insolito team è stata la salita “auto-cima-auto” in circa 10 ore della Nord dell’Eiger. Partiti da Grindelwald, i due hanno percorso la classica via 1938, non una via impossibile per i due, che Steck aveva salito già in 2 ore e 47 nel 2008 quando stabilì un altro strabiliante record, ma se per la Swiss Machine era il 39esimo tentativo di record sull’Eiger, per Burgada si trattava della prima esperienza – anche se, com’è noto, non mancano anche a lui vari primati, per esempio quello sul Denali.

fonte climbing.com  

Condividi: