TEST: imbracatura ASCENT Climbing Technology - Up-Climbing

TEST: imbracatura ASCENT Climbing Technology

Abbiamo provato l’imbracatura Ascent di Climbing Technology, un prodotto evergreen sul mercato da diversi anni, che nel 2023 ha avuto alcuni interessanti miglioramenti e un restiling estetico che lo rende decisamente accattivante.

La confezione: La fascia di cartone la buttiamo, ma il sacchetto è resistente e utile per stoccare l’imbrago nello zaino.
ppena tolto dalla sua custodia, completo del pieghevole descrittivo con le caratteristiche tecniche e le normative.

È un imbrago solido e ben strutturato, perfetto per un utilizzo alpinistico o per lunghe sessioni top-rope.

Le quattro fibbie di regolazione, due in vita a garantire la centralità dell’anello di servizio e due sui cosciali, contribuiscono alla sua versatilità: lo rendendolo perfetto per essere calzato con diversi spessori di abbigliamento, quindi adatto per un uso alpinistico invernale, e ottimamente adattabile ad ogni tipologia corporea.

I portamoschettoni sagomati sono molto apprezzati quando il materiale in cintura è numeroso.

Ergonomico e ben bilanciato, ha un rivestimento interno in mesh che aiuta la traspirazione, particolare importante per un prodotto come questo pensato anche per essere comodo, dotato ad esempio di un’ampia fascia in vita che aiuta a distribuire i pesi eccessivi o periodi prolungati appesi alla corda.

L’anello di servizio di un colore diverso dai passanti, aiuta a prevenire errori quando si infila la corda per il nodo.
Evidenti nella parte posteriore dell’imbrago i due anelli portamateriale e le fibbie scambiabili degli elastici ai cosciali.

I portarinvii sono quattro, ben sagomati e larghi come necessario per un utilizzo anche alpinistico, e sono accompagnati da due portamateriali più piccoli in posizione posteriore, morbidi a non infastidire la schiena in caso di utilizzo con lo zaino. Due sono gli agganci universali per moschettoni porta-materiali, posizionati al centro di ogni coppia di portarinvii; non mancano ovviamente l’anello porta magnesite e due elastici ad assecondare il movimento dei cosciali. Questi ultimi sono tenuti posteriormente alla cintura da una fibbia sganciabile, non sempre presente negli imbraghi da arrampicata sportiva ma che permette di svincolarli in caso di necessità.

Non è uno degli imbraghi più leggeri sul mercato, ma certamente un ottimo prodotto per attività verticali a 360 gradi, per chi vuole un prodotto unico e comodo per alpinismo e arrampicata sportiva. Ottimo rapporto qualità prezzo.

Questa è la pagina ufficiale dedicata al prodotto pubblicata sul sito di CT: ASCENT 

Cap

Condividi: