Manolo racconta di Pinne Gialle - Up-Climbing

Manolo racconta di Pinne Gialle

Lo avevamo preannunciato ed è arrivato. A circa due settimana dalla ripetizione di Pinne Gialle, Maurizio Zanolla racconta del suo ritorno in Tognazza per rimettere mano al progetto che nutriva fin dal principio, salire trad lungo quella lavagna al Passo Rolle: “Quella serie di fessure, come ho già raccontato due anni fa dopo la prima salita della via, era da molto un mio personale sogno “trad” ma probabilmente, il lungo periodo di stop per infortunio mi aveva condizionato talmente tanto che non ne avevo avuto il coraggio, e la paura di schiantarmi in quel diedro minacciosamente vicino mi aveva convinto a mettere gli spit.”

Manolo ha salito la via senza tentativi preliminari e con le protezioni già piazzate, lasciando a qualcun altro o ad un futuro progetto una ripetizione posizionandole durante l’ascesa. Pur non ricordando tutte le sequenze e passaggi, Manolo racconta di ottime sensazioni e feeling con questa sua via salita la prima volta circa due anni fa. Solo il caldo anomalo di quei giorni ha reso la questione un po’ più impegnativa ma per il resto prosegue, tutto era come era come la prima volta: “lassù non manca un millimetro di pietra.”

L’articolo completo è disponibile sul blog di Alessandro Gogna.

Condividi: