HOT LINES: BACER, MARTIN E KORHERR - Up-Climbing

HOT LINES: BACER, MARTIN E KORHERR

CONTINUANO LE BELLE SALITE IN EUROPA

Luca Bacer giunge al 9a con Sanjski Par Extension, Buster Martin ripete Furia de Jabali (9a+) e Solveig Korherr sale Reve de poutre (8c).

Mentre i competitor sono nel pieno delle loro stagioni nazionali e pronti a partire con gli eventi internazionali, i falesisti continuano imperterriti a battere il chiodo sfruttando gli ultimi freddi che derivano da una lunga scia di questo inverno. Tra le falesie europee, i tiri duri non mancano e numerosi climber decidono di misurarsi con grandi classici, riuscendo molto spesso a risolvere in fretta i loro cantieri.

Partendo dalla notizia tricolore, Luca Bacer ha raggiunto il mitico nono grado, ripetendo un grande classico che è al centro di molte news 2024. Il neo matematico ha concluso al meglio la sua stagione a Osp/Misja Pec, aggiudicandosi la super classica Sanjski Par Extension. Dopo essere caduto otto volte oltre la prima catena, Luca ha finalmente trovato il tentativo buono, che gli ha consentito di entrare nell’esclusivo club del 9. Sul suo Instagram, scrive: “Questa è stata la prima volta dopo molto tempo che ho incantierato una via e il cammino non è mai stato così emozionante e istruttivo: condividere momenti, beta ed etica dell’arrampicata con altri forti arrampicatori sotto questo tetto è stato semplicemente fantastico. Soprattutto, questa via mi ha fatto scoprire il piacere non solo di salire la linea, ma anche di misurarmi con gli stessi movimenti che usavano i primi salitori, senza ginocchiera e con la sequenza originale. Salire questa via in altro modo non mi avrebbe dato la stessa soddisfazione. Un piccolo sogno che ho sempre avuto, fin da quando ero bambino, si è avverato e ora sono entusiasta di impegnarmi ancora di più. I miei ringraziamenti vanno a tutti coloro che mi hanno assicurato in grotta, alla mia famiglia e ad Anna Calici per il loro continuo supporto da casa.

Non lontano dall’Italia, nella bellissima Saint Léger, Solveig Korherr si è concessa un piccolo trip. Purtroppo, la giovane tedesca non è stata particolarmente fortunata con le condizioni ed ha trovato quasi tutte le vie bagnate. Il suo spirito di adattamento però l’ha spinta a mettere le mani su una delle poche vie asciutte, un 8c che ha in comune l’uscita con la famosa Le Cadafist. In appena due giorni, Solveig si è aggiudicata la salita di Reve de poutre, un tiro caratterizzato da movimenti simili all’arrampicata sul pannello indoor. Avendo impiegato così poco tempo sulla versione gradata 8c, chissà che la Korherr non torni presto per mettersi a confronto con il famoso 9a…

Nelle falesia spagnole, quasi vuote ormai dalla ressa di gennaio, Buster Martin ha concluso il suo cantiere su Furia de Jabali, un tiro gradato 9a+ aperto da Will Bosi. Questa via si attesta come il suo secondo 9a+, ma soprattutto come la celebrazione del suo ritorno in piena forma, sia nell’arrampicata che nella vita. Gran parte della difficoltà consiste nella prima parte della via, un boulder durissimo su appigli piccoli e dolorosi. Buster si è detto molto contento della riuscita su questa via proprio perchè questo stile è molto lontano dalla sua zona di comfort: hard work always pays off!

Fonte Luca Bacer, Solveig Korherr, Buster Martin

Cortesia foto Luca Bacer

Alessandro Palma 

Condividi: